fbpx

Gli altoparlanti intelligenti erano, in un certo momento, la cosa più interessante nel mercato della tecnologia, ma sono diventati così comuni ora che quasi non si sente molto parlare di loro anche se continuano ad essere proposti nuovi modelli, nonostante i problemi di privacy che hanno coinvolto alcuni di questi dispositivi. Per questo motivo potrebbe sorprendere il fatto che apparentemente gli “smart speaker” sono cresciuti di quasi il 45% dal terzo trimestre di quest’anno. E,sorpresa, Google, non se la passa molto bene,  ed è al momento il grande sconfitto in questo mercato.

Non solo Amazon e Google

Il mercato dei diffusori intelligenti non è vede come protagonisti solo Amazon e Google, anche se potrebbe sembrare. Ci sono molti brand più piccoli che ne fanno parte in termini di numeri di vendita, come Apple, Xiaomi e persino Alibaba. Google e la sua Google Nest Home, in precedenza solo Google Home, si potrebbe pensare che sia tra i primi due a livello di vendita, al contrario, sorprendentemente viene battuto anche dal  gruppo “Altri”.

Tutto questo è evidenziato dal rapporto di Canalys riguardo ai pezzi spediti nel Q3 2019 di altoparlanti intelligenti in tutto il mondo. Amazon è ai vertici, con 10,4 milioni di altoparlanti Echo, (incluso Echo Show) spediti,che gli consentono di ottenere il 36,6% del mercato. Questo dato rappresenta una significativa crescita annua del 65,9% per l’azienda che ha dato il via a questo tipo di dispositivi.

Amazon Echo canalys

Google, al contrario, è l’unico tra i primi cinque a perdere quote, ed effettivamente deve fare i conti con un tonfo piuttosto marcato dal secondo al quarto posto. Big G Stava per colmare finalmente il divario con Amazon, ma ora si trova davanti Alibaba e Baidu da superare.

Amazon vince per i prezzi

Canalys attribuisce il successo degli altoparlanti intelligenti Echo al marketing aggressivo e ai prezzi che Amazon offre per i suoi dispositivi. Google, al contrario, sta prendendo la piega di Apple e sta cercando di vendere gli altoparlanti Google Home come prodotti premium. L’azienda di Mountain View potrebbe anche essere meno motivata a essere più aggressiva in questo particolare mercato considerando che Google Assistant lo si può trovare in molti altri dispositivi, smartphone Android in testa.

 


Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Danilo Loda

author-publish-post-icon