fbpx
Android 11 Beta

Android 11 Beta: Google annulla il lancio per via delle proteste in USA
Google annulla il lancio di Android 11 Beta per via della difficile situazione che gli Stati Uniti stanno affrontando


L’evento di lancio di Android 11 Beta, previsto per il 3 Giugno, è stato di recente annullato. Google ha riferito che si tratta di un semplice slittamento dei piani, ma sembrerebbe che la decisione abbia a che fare con le proteste legate alla morte di George Floyd, ucciso dalla polizia del Minnesota all’inizio della settimana. Questa motivazione non è stata resa ufficiale, ma un Tweet di Google sembrerebbe far pensare che il lancio sia stato rimandato proprio per questo.

Google rimanda il lancia di Android 11 Beta

Non è certo un anno fortunato per Google. Già qualche mese fa, a causa della pandemia, era stata cancellata la Google I/O, dove Android 11 Beta sarebbe stato annunciato per la prima volta. E ora anche l’evento ufficiale di Giugno è rimandato a data da definirsi. Erano anni che non si assisteva a tante cancellazioni, e più precisamente dal 2012, quando l’uragano Sandy annullò il lancio di Galaxy Nexus.

Probabilmente Google riprogrammerà il lancio per la prossima estate, ma non ci sono ancora notizie certe al riguardo, soprattutto considerando il periodo difficile che stiamo affrontando. Tutto questo rende incerto anche il lancio di Pixel 4a, un telefono che avrebbe dovuto avere la sua presentazione ufficiale in occasione del Google I/O. Sembra quindi che il colosso internazionale sia davvero in ritardo rispetto ai suoi piani.

Android 11 Beta

In ogni caso, il lancio di Android 11 Beta non sembra essere la maggiore preoccupazione del momento. Gli Stati Uniti stanno affrontando una situazione difficile e le proteste del Minnesota sembra aver attirato tutta l’attenzione della stampa. Al momento, nessuno sembrerebbe pensare alle novità proposte da Google, motivo per cui il colosso tecnologico ha deciso di far slittare i suoi piani, nel pieno rispetto della situazione che si trovano ad affrontare i cittadini. Non ci resta altro da fare che seguire i canali di Google per ricevere degli aggiornamenti in tempo reale. Ma, credeteci, ci sarà da aspettare.

 


Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.