fbpx
MusicaTech

ANote Music: la piattaforma in blockchain per investire in royalties musicali

Il restyling di ANote Music apre la piattaforma alla blockchain.

Negli ultimi due difficilissimi anni, ci siamo tutti resi conto, qualora ce ne fosse bisogno, dell’importanza della musica, e dell’arte in generale, nelle nostre vite. Le canzoni dei nostri cantanti preferiti, insieme ai film dei nostri registi del cuore e ai romanzi degli scrittori che più ci appassionano, non sono solo un mero oggetto di consumo, ma ci aiutano a rendere la nostra esistenza degna di essere vissuta e a sopportare i momenti dolorosi in cui possiamo incappare. Ma esiste un modo per ricambiare questo patrimonio e sostenere i nostri musicisti preferiti, magari diventando veri e propri partner commerciali? La risposta è sì, ed è ANote Music, startup diventata il principale marketplace europeo di investimento in royalties musicali, fondata dagli italiani Marzio F. Schena e Matteo Cernuschi e da Grégoire Mathonet, tutti under 30.

Partecipazione, trasparenza e anticipo dei futuri trend finanziari. Sono queste le colonne portanti di ANote Music, che attraverso la sua piattaforma e i suoi servizi si propone come intermediario fra gli artisti e gli investitori, permettendo di acquistare quote delle royalties di celebri artisti per un determinato lasso di tempo (che può raggiungere anche diversi anni), con le quali generare una rendita passiva. Tutte le proposte di investimento sono corredate da accurate statistiche sulle rendite precedenti e previsioni su quelle future, che permettono di orientarsi nell’acquisto. Nel momento in cui scriviamo, sono presenti in ANote Music celebri artisti come Le Vibrazioni (in gara a Sanremo 2022) e interi cataloghi come quello di IRMA Records, etichetta discografica bolognese.

ANote Music: royalties e blockchain

ANote Music 1
Marzio F. Schena, CEO e Co-Founder di Anote Music

L’associazione fra una piattaforma improntata al futuro della musica e della finanza come ANote Music e il mondo delle crypto e della blockchain è pressoché automatica. Recentemente, ANote Music ha stretto una partnership con il provider blockchain Algorand, che garantisce la massima protezione su ogni transazione. Per gli utenti, c’è quindi la possibilità di aprire un profilo sul sito del provider, per poi associarlo al proprio portafoglio sulla piattaforma, che può quindi essere rifornito con fondi crypto. Questa svolta si inserisce in un più ampio contesto di restyling del sito e dell’app dedicata. Grazie a un miglioramento dell’interfaccia grafica e una efficace semplificazione di tutte le sezioni di ANote Music, anche per gli utenti privi di competenze in ambito crypto e finanziario è estremamente facile orientarsi fra le varie proposte di investimento.

Queste recenti migliorie costituiscono un importante avanzamento nel progetto ANote Music, che già si proponeva come esempio virtuoso di piattaforma di investimento responsabile, trasparente e affidabile. Dal lancio, avvenuto a luglio del 2020, la piattaforma ha collaborato con oltre 100 artisti e ha partecipato alla distribuzione delle royalties di oltre 110.000 canzoni.

Un risultato impressionante, raggiunto oltretutto in piena pandemia, e sottolineato dalle parole del CEO Marzio F. Schena:

La performance di ANote nei 18 mesi dal lancio ha ampiamente superato i nostri obiettivi finanziari e le previsioni sulle registrazioni degli account. Guardando ai mesi a venire, desideriamo sfruttare questo slancio offrendo un servizio raffinato, che attragga investitori nuovi e abituali con la qualità della nostra esperienza utente, del servizio clienti e dell’offerta di prodotti. Con la sua interfaccia utente intuitiva e accessibile, la piattaforma aggiornata di ANote è progettata per rafforzare il coinvolgimento degli utenti per una vasta gamma di investitori, fornendo l’infrastruttura e le informazioni di cui hanno bisogno per comprendere la nostra suite completa di cataloghi e per prendere decisioni di investimento informate.

Da non perdere questa settimana su Techprincess

🎮 Xbox Games Showcase 2024: tantissimi annunci, tra grandi ritorni e novità
💻A Taiwan per toccare con mano i nuovi AI PC di ASUSEd è solo l’inizio
💬Google lancia l’app Gemini in Italia: ecco come provare l’AI su Android e iOS
🧩La strategia di Jansen Huang, il CEO-rockstar: mi ha offerto da bere e chiesto del turismo in Italia
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

 

Autore

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button