fbpx
FeaturedVideogiochi

Anteprima Astral Chain: tra combattimenti ed indagini

Abbiamo assistito ad un'entusiasmante demo del nuovo titolo di PlatinumGames, in arrivo su Nintendo Switch il 30 agosto. Ecco cosa vi aspetta

Il Post E3 di Nintendo Italia – l’evento che ogni anno permette a giornalisti, esperti e YouTuber di provare i titoli presentati a Los Angeles – quest’anno è stato davvero ricco. Ad attendere gli appassionati tantissimi videogiochi in arrivo nei prossimi mesi, incluse le demo del divertentissimo Luigi’s Mansion 3, dell’atteso Pokémon Scudo e Spada e del remake di The Legend of Zelda Link’s Awakening.

L’evento ha permesso a Nintendo di presentare alla stampa anche Astral Chain, la nuova IP sviluppata in collaborazione con PlatinumGames e in uscita il 30 agosto. Scopriamo quindi cos’ha in serbo per noi questo titolo.

Astral Chain: due gemelli contro l’invasione

Protagonisti di questa nuova avventura sono due gemelli, cosa che ci consentirà di scegliere se impersonare un personaggio maschile o uno femminile. Una volta deciso, sarà possibile customizzare il proprio personaggio con alcune caratteristiche che verranno trasferite automaticamente anche al gemello, gemello che sarà parte integrante della storia.

Indipendentemente dalla scelta, sappiate che vi troverete a vestire i panni di un agente di polizia molto speciale. Il vostro compito? Combattere l’invasione delle Chimere, creature mostruose venute da un’altra dimensione ed impegnate nel rapimento degli esseri umani.

Per riuscire a contrastare la minaccia dovrete affidarvi a due differenti elementi: Iris e le Legioni. Il primo è un sistema di videosorveglianza sparso per la città a cui potete attingere e che vi consentirà, grazie ai miracoli della realtà aumentata, di ripercorrere gli eventi accaduti sulla scena del crimine. Questo introduce una delle meccaniche di gioco che abbiamo potuto scoprire durante la demo di Astral Chain: l’investigazione.

Il secondo vitale aspetto è rappresentato dalle Legioni, Chimere catturate dalla Neurum – il vostro corpo di polizia – e soggiogate al vostro volere grazie ad una catena. Quest’ultime – fino a 5 quelle utilizzabili, ognuna con caratteristiche differenti – combatteranno così al vostro fianco, risultando particolarmente utili anche nella risoluzione dei puzzle e nelle fasi platform.

La danza di PlatinumGames

Una volta entrati in battaglia, tutto sembrerà particolarmente famigliare. Lo stile, ampiamente coreografico, include tantissime combo che, verosimilmente, aumenteranno con l’esperienza, grazie al feeling che si creerà tra personaggio e Legioni.

I vostri alleati potranno essere utili sia in attacco che in difesa. L’offensiva prevede l’uso delle armi o delle abilità in dotazione alla Legione e persino la possibilità di usarne due contemporaneamente, liberandone una, che quindi si muoverà in modo totalmente indipendente, e usando la catena per la seconda. Interessantissima poi la possibilità di utilizzare in prima persona le loro skill, anche se dovrete fare i conti con una quantità limitata di energia. In fase difensiva invece potrete sfruttare la già menzionata catena per immobilizzare i nemici.

Insomma, gli strumenti a vostra disposizione sembrano essere parecchi ma la chiave sarà un utilizzo estremamente oculato di ciò che le Legioni vi offriranno anche perché, al termine di ogni livello, riceverete un voto rappresentativo delle vostre performance.

È troppo presto ma… 

Naturalmente è difficile giudicare il titolo così, solo in base alla demo vista al Post E3 di Nintendo, ma quello che ho visto è bastato ad alzare le mie aspettative per un gioco che sembra estremamente variegato, impegnativo e sicuramente originale. 

Fortunatamente per scoprire se le mie prime impressioni siano corrette non dovremo attendere molto: Astral Chain arriverà su Nintendo Switch il 30 agosto.

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker