fbpx
Tech

Maxi multa a WhatsApp per violazione della privacy

Il regolatore irlandese sanziona WhatsApp per la violazione della privacy dei dati

L’App di WhatsApp è stata sanzionata dalla Commissione per la Protezione dei Dati irlandese con una multa di 225 milioni di Euro. Una cifra importante, decisa dopo che gli enti regolatori europei hanno fatto pressioni sull’Irlanda per indurire la sanzione. Il motivo? La società ha violato le leggi sulla privacy dei dati dell’Unione Europea. Nonostante questo, sembra abbastanza convinta che la multa sia “del tutto sproporzionata“, ed ha già promesso che farà ricorso. In realtà, la sanzione di WhatsApp è senza dubbio ridotta rispetto a quella che l’Agenzia per la Privacy di Lussemburgo ha imposto ad Amazon. La società, infatti, è stata costretta a pagare 886.6 milioni di Euro.

App WhatsApp: maxi multa di 225 milioni di Euro

La Commissione per la Protezione dei Dati (DPC) irlandese ha portato alla luce le violazioni delle norme sulla trasparenza dei dati da parte di WhatsApp già nel 2018. “Ciò include le informazioni fornite agli interessati sul trattamento delle informazioni tra WhatsApp e altre società di Facebook“, così ha specificato il regolatore irlandese in una nota. Di tutta risposta, un portavoce della compagnia ne ha espresso tutto il disappunto: “Non siamo d’accordo con la decisione odierna in merito alla trasparenza che abbiamo fornito alle persone nel 2018 e le sanzioni sono del tutto sproporzionate“.

Dal canto suo, invece, il Comitato Europeo per la Protezione dei Dati ha affermato di aver insistito molto affinchè l’ente irlandese prendesse una decisione riguardo WhatsApp. Più di una volta, infatti, si è dimostrato restio a prendere decisioni riguardo i colossi della tecnologia. Al contrario, il Comitato ha dichiarato che una multa a WhatsApp dovrebbe tenere conto del fatturato di Facebook. E che la società dovrebbe pagare il tutto in 3 mesi, anzichè 6 come di consueto. “Ciò che è importante ora è che i molti altri casi aperti su WhatsApp in Irlanda siano finalmente decisi in modo da poter compiere passi più rapidi e più lunghi verso l’applicazione uniforme della legge sulla protezione dei dati in Europa“.

A Luglio scorso, il Comitato Europeo ha emesso una “chiara istruzione che richiedeva al DPC di riesaminare e aumentare la sanzione proposta sulla base di una serie di fattori contenuti“. E “a seguito di questa rivalutazione, il Dpc ha imposto a WhatsApp una multa di 225 milioni di euro“. Anzi, il regolatore irlandese ha chiesto alla società anche di attuare “una serie di azioni correttive specifiche“. La questione, però, sembra che durerà ancora un po’. Nonostante questo, l’App di WhatsApp ha violato le regole, e deve pagare per questo.

Huawei P40 Lite 5G - Smartphone 128GB, 6GB RAM, Dual Sim,...
  • Display: 6,5 ", 1080 x 2400 pixel
  • Processore: Kirin 820 5G 2.36Ghz
  • Fotocamera: Quad, 64MP + 8MP + 2MP + 2MP
Offerta
Huawei P40 Lite Smartphone 6.4" 6gb/128gb Dual Sim, Nero...
  • Sistema operativo: EMUI 10.0.1 (basato su Android 10.0)
  • Fotocamera: 48 + 8 + 2 + 2 mp apertura grandangolo f/1.8
  • Obiettivo ultra grandangolare, obiettivo macro, lente bokeh

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button