fbpx
Lifestyle

YouTuber spedisce un AirTag a Tim Cook, e riceve indietro una lettera

Lo strano viaggio degli AirTag dello YouTuber MegaLag

Di storie stravaganti sull’utilizzo dell’Apple Air Tag ne abbiamo lette tantissime, ma questa è davvero unica nel suo genere. Di recente, infatti, uno YouTuber si è lanciato in una missione audace, inviando tre dispositivi della compagnia di Cupertino in luoghi diversi. Più nel dettaglio, uno di questi è stato indirizzato direttamente a Tim Cook, all’interno dell’Apple Park. Un altro ad Elon Musk ed uno nella Corea del Nord. Dal canto suo, lo YouTuber del canale MegaLag ha documentato quello che è accaduto agli AirTag nel corso del viaggio. E il risultato è assolutamente interessante.

Apple AirTag: lo strano viaggio dello YouTuber MegaLag

All’inizio del suo esperimento, lo YouTuber ha spedito gli Apple AirTag da Francoforte – Germania -, ed ha utilizzato la funzione “Trova il mio dispositivo” per visualizzare dove si trovassero. Ha avuto così modo di scovarli nelle strutture DHL o in aeroporto, prima che partissero per altri Paesi. È interessante notare che l’AirTag inviato ad Apple Park è stato subito individuato in Nevada, negli Stati Uniti, probabilmente perché il dispositivo si è associato all’iPhone di un passeggero presente sul volo.

L’AirTag inviato a Elon Musk, invece, è arrivato al Quartier Generale di SpaceX ed è rimasto lì per due settimane e mezzo. Trascorso questo periodo, è stato poi individuato in un centro di riciclaggio prima del suo ultimo segnale a Castaic, in California. Quanto al dispositivo inviato in Corea del Nord, è chiaro che non sia mai arrivato. In realtà, c’è da precisare che l’AirTag inviato ad Apple Park è rimasto lì per 6 settimane prima di essere rispedito in Germania, accompagnato da una lettera scritta da uno degli assistenti di Tim Cook.

Più nel dettaglio, l’assistente – di nome Michael – ha precisato che la società è stata “felice di apprendere degli usi creativi degli AirTag“. Anzi, questo è il corpo della lettera inviata:

Caro Jonathan,
grazie per aver condiviso il tuo progetto per Apple AirTag. Siamo lieti di apprendere degli usi creativi degli AirTag e di come possono migliorare la vita dei nostri clienti. Come puoi immaginare, Mr. Cook riceve centinaia di lettere ogni mese da clienti come te. Purtroppo non è in grado di rispondere ad ogni richiesta. Ma speriamo che continui a goderti il tuo AirTag mentre torna dal suo viaggio unico in tutto il mondo!

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button