fbpx
NewsTech

Apple al lavoro su un iPhone pieghevole? Ecco cosa sappiamo

Apple sembra pronta a stupirci, ma non prima del 2020. A svelarlo è Wamsi Mohan, analista della Bank of America Merrill Lynch. Stando a quanto dichiarato da Mohan alla CNBC, l'azienda di Cupertino sarebbe al lavoro su un iPhone pieghevole, un dispositivo che potrebbe essere grande quanto un iPad ma anche in grado di piegarsi a metà per trasformarsi in uno smartphone leggero e maneggevole.

Ma è davvero possibile creare un iPhone pieghevole?

Naturalmente un conto sono le proiezioni degli analisti ed un conto è la realtà. Salman Saeed di Qualcomm ha infatti spiegato che i transistor utilizzati per i display non sono ancora pronti per questo passo. Non perché non sia possibile creare uno schermo pieghevole, ma perché – con la tecnologia disponibile oggi – lo smartphone durerebbe davvero poco.

Eppure Apple non sembra volersi fermare. A dimostrarlo è il brevetto depositato qualche mese fa e dedicato ad un fantomatico dispositivo che potrebbe avere una parte flessibile, pensata proprio per aiutarci a piegare il device. Non dimentichiamo poi i rumor legati ad una presunta collaborazione con LG, che ha già dimostrato di poter flettere a suo piacimento i pannelli OLED. Attenzione però: realizzare uno schermo curvo che viene poi conservato tra due lastre di vetro non è uguale a crearne uno che deve poter cambiare forma decine di volte al giorno.

Rimane poi da capire qualche sarà il rapporto d'aspetto di questo genere di display. Pensate ad esempio ad iPhone X, ma anche al nuovo Galaxy S9 o a LG G6. Tutti questi device hanno abbandonato i 16:9. Il risultato è una forma con una ratio di 2:1 che potrebbe rapidamente trasformarsi in un quadrato nel caso dei dispositivi pieghevoli. La domanda a questo punto è una sola: quanto sarebbe utile uno schermo di questo tipo? Insomma, potrebbe essere comodo per leggere, per consultare i documenti e persino per dare un'occhiata ai propri profili social, ma di certo diventerebbe poco utilizzabile una volta aperti video e foto.

I problemi da risolvere insomma non sono pochi, ma tranquilli, difficilmente Apple immetterà sul mercato un iPhone pieghevole senza prima aver considerato tutti questi aspetti.

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button