fbpx
NewsTech

Apple continua la sua battaglia contro il sideloading per iOS

Apple continua la sua battaglia contro il sideloading. La casa di Cupertino non intende cedere in merito all’impossibilità per gli utenti di scaricare e installare app da negozi digitali diversi dall’AppStore. Si tratta di una battaglia che punta a garantire la massima sicurezza per gli utenti oltre, naturalmente, la tutela dei ricavi che l’AppStore garantisce ad Apple. Una nuova legge negli USA però rischia di complicare le cose per l’azienda di Cupertino. Vediamo i dettagli:

Apple potrebbe essere obbligata ad attivare il sideloading su iOS?

L’Open Markets Act è una nuova legislazione antitrust che il Congresso americano sta portando avanti da tempo e che punta a sostenere il libero mercato, coinvolgendo anche i marketplace digitali come l’AppStore. In vista dell’imminente approvazione della legge, Apple ha scritto ai senatori chiedendo di bocciare la proposta di legge. La notizia è stata riportata da Bloomberg. La lettera porta la firma di Tim Powderly, manager a capo della divisione di Apple che gestisce le relazioni con i Governi nel continente americano.

La posizione della casa di Cuperitno è chiara

Secondo Apple, il sideloading potrebbe mettere a rischio la sicurezza e la privacy degli utenti. Questo porterebbe ad una proliferazione di malware, truffe e furti di dati per gli utenti iOS. Apple sottolinea che con il sideloading diventerebbe più semplice per “i grandi social network” (come Facebook) aggirare i sistemi di protezione della privacy di iOS.

 
Apple iPhone 13 (128GB) - (PRODUCT) RED
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Modalità Cinema con profondità di campo smart e spostamento automatico della messa a fuoco nei video
  • Evoluto sistema a doppia fotocamera da 12MP (grandangolo e ultra-grandangolo) con Stili fotografici, Smart HDR 4,...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button