fbpx
ASUS ROG Strix G15 Electro Punk recensione

La recensione di ASUS ROG Strix G15 Electro Punk. Tamarro e performante
Ottime performance, una comoda tastiera e un display da 144 Hz. Ma vale la pena acquistarlo?


ASUS ROG Strix G15 Electro Punk recensione

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk non è per tutti. I dettagli Electro Punk (o forse sarebbe meglio definirli Electro Pink) lo rendono adatto solo agli amanti del rosa. E sia chiaro: non stiamo parlando solo del gentil sesso. Questa variante dello Strix G15 può adattarsi tranquillamente ad entrambi i generi, dovete solo apprezzarne la colorazione. 

Ma come si comporta nella quotidianità? Ne parliamo in questa recensione.

Un notebook originale

ASUS ROG Strix G15 Electro PunkSono due gli elementi che vi salteranno subito all’occhio: la colorazione e le dimensioni
ASUS ROG Strix G15 Electro Punk è nero con dettagli rosa. Ritroviamo questa tonalità lungo il profilo del notebook, sul logo ROG posizionato sul coperchio, intorno al touchpad e sui tasti AWSD. Niente di realmente invasivo. Al contrario, questi dettagli donano al notebook un po’ di personalità.

Risultano un po’ abbondanti le dimensioni. Un aspetto che viene amplificato da una serie di scelte legate al design di Strix G15. Stiamo parlando del bordo destro della tastiera, con un pattern ondulato poco utile e accattivante, ma soprattutto della parte posteriore. Qui troviamo un bordo particolarmente abbondante che ha reso particolarmente ostico l’ingresso del portatile all’interno dei nostri abituali zaini. In compenso però avete tutta la connettività di cui avete bisogno: dietro ritroviamo infatti l’ingresso per l’alimentatore, la porta USB-C, un HDMI e lo slot per il cavo RJ-45, mentre a sinistra abbiamo tre USB tradizionale e il jack da 3,5 mm. 

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk
Gli ingressi sul retro di ASUS ROG Strix G15 Electro Punk

Completano il quadro la striscia a LED situata sulla parte inferiore del notebook, che corre lungo tre lati per rendere il laptop davvero tamarro, e i materiali. Per contenere i costi infatti ASUS ha optato principalmente per la plastica che rende un po’ meno premium il prodotto ma ne abbassa anche il peso, che si ferma così a 2,30 kg. Niente male per un portatile dedicato al gaming.

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk recensione: un display da 144 Hz

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk monta un display da 15,6 pollici con risoluzione Full HD e una frequenza di aggiornamento di 144 Hz. Il pannello è un vIPS e la resa è piuttosto simile a quella offerta dai pannelli TN. Non avremo quindi colori super saturi e vividi e nemmeno una copertura dello spazio colore sRGB particolarmente ampia. La resa però è assolutamente soddisfascente, soprattutto durante le sessioni di gaming, con Microsoft Flight Simulator che risulta ugualmente spettacolare e SpiritFarer che non rinuncia al suo magico tramonto.

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk displayAd averci un po’ deluso sono le cornici, che risultano abbastanza contenute su tre lati ma molto (e inutilmente) abbondanti sulla parte inferiore. Tutto questo rende ancora meno comprensibile l’assenza della webcam. Sì, avete capito bene: non c’è una camera frontale per le videochiamate o per eventuali live streaming. Per svolgere queste attività avrete quindi bisogno di una webcam esterna, che andrà così ad occupare una porta USB o, addirittura, l’unica porta USB-C disponibile.

ASUS ROG Strix G15 G512LI-HN113T, Notebook Monitor 15,6" FHD...
  • Notebook con display ultra-responsive di livello gaming con bordi ultra sottili per la massima visione
  • Tastiera ottimizzata per il gioco con retroilluminazione rgb in modo da poter esprimere il proprio stile personale
  • Performance estreme garantite dal processore intel core i7-10750h, scheda grafica nvidia geforce gtx 1650 ti da 4gb con...

Tastiera e touchpad

La tastiera di ASUS ROG Strix G15 Electro Punk è davvero comoda nell’uso quotidiano. La corsa dei tasti è particolarmente soddisfacente e c’è tutto ciò di cui avete bisogno, inclusi 5 pulsanti aggiuntivi che vi permettono di gestire il volume, disattivare il microfono, modificare la modalità di funzionamento delle ventole e aprire Armoury Crate, il software proprietario di ASUS dedicato alla gestione del notebook.

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk tastieraQuest’ultimo vi consente, tra le altre cose, di gestire l’illuminazione RGB della tastiera e della striscia di LED che troviamo sull parte inferiore del notebook. Potete così scegliere il pattern e i colori che più vi piacciono. Se poi volete personalizzare l’esperienza vi basta usare l’app Aura Creator, che vi consente di creare nuove combinazioni o di sincronizzare l’illuminazione di ROG Strix G15 con la musica che state ascoltando.

Passiamo ora al touchpad. Quest’ultimo non è particolarmente grande, è accompagnato da due pulsanti (tasto sinistro e destro del mouse) e si comporta piuttosto bene anche se, per le sessioni di gaming, avrete bisogno di un mouse vero e proprio.

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk recensione: le performance

Sotto la scocca ASUS ROG Strix G15 Electro Punk ospita nel nostro caso un processore Intel Core i7-10750H, 16 GB di RAM, la scheda grafica NVIDIA GeForce GTX 1660 Ti con 6 GB GDDR6 VRAM e un SSD da 512 GB.
Il risultato? Ci fate praticamente tutto.

Abbiamo usato questo laptop da gaming per l’attività lavorativa quotidiana, ci siamo divertiti con Microsoft Flight Simulator (ma non con dettagli Ultra), abbiamo guardato qualche film e serie TV su Netflix e l’abbiamo sfruttato per montare video in 4K e Full HD. In tutti questi casi non abbiamo mai avuto problemi, difficoltà o rallentamenti. Insomma, ROG Strix G15 è davvero affidabile e pronto a tutto.

Anche la batteria si è dimostrata all’altezza delle nostre aspettative, aiutandoci a coprire un massimo di 6 ore. Certo, non potrete usarlo per l’intera giornata lavorativa ma non è per questo che dovreste scegliere il G15 Electro Punk.

Poco entusiasmante invece l’audio: il volume non è altissimo e i bassi sono davvero poco soddisfacenti. Un vero peccato, soprattutto se amate gli sparatutto e i titoli “esplosivi”.

Il software

ASUS ROG Strix G15 Electro PunkArriviamo infine al software. A bordo ovviamente abbiamo Windows 10, affiancato da tre diversi software ASUS. Il primo è il già citato Armoury Crate che vi consente di verificare le prestazioni del PC, cambiare modalità (Silenziosa, Prestazioni, Turbo e Manuale), effettuare gli aggiornamenti e persino definire il comportamento del display, modificandone la resa e la temperatura colore in base al tipo di gioco scelto.

Il secondo programma è Aura Create che, come spiegato in precedenza, è pensato per gestire l’illuminazione RGB, mentre il terzo si chiama MyASUS e potete sfruttarlo per la risoluzione dei problemi, gli aggiornamenti dei driver e le impostazioni della batteria. Potete infatti optare per tre diverse modalità:

  • Capacità massima, ideale per i giorni in cui siete in mobilità ed usate il laptop regolarmente;
  • Bilanciata, pensata per riunioni e conferenze;
  • Ciclo di vita massimo, per estendere il ciclo di vita della batteria permettendo una ricarica massima del 60%.

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk: specifiche tecniche

Versione: G512LU-HN118T
CPU: Intel Core i7-10750H @2,60 GHz
Scheda Video: NVIDIA GeForce GTX 1660 Ti con 6GB GDDR6 VRAM
RAM: 16 6GB DDR4 3200 MHz SDRAM
Memoria: 512 GB (M.2 NVMe PCIe SSD)
Display: 15,6″ Full HD vIPS 144 Hz
Audio: 2 x 4,2W
Connettività: Wi-Fi 6, 3 USB-A, USB-C, HDMI, Ethernet, Bluetooth

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk recensione: conclusione

ASUS ROG Strix G15 Electro PunkASUS ROG Strix G15 Electro Punk, nella configurazione provata da noi, è in vendita a 1399 euro. Per questa cifra portate a casa un notebook da gaming che garantisce ottime performance, un design originale e una tastiera davvero ben fatta. Certo, display e audio non sono perfetti ma più che sufficienti a giocare o guardarvi un film in solitaria. 

ASUS ROG Strix G15 Electro Punk (G512LU-HN118T)

Pro Pros Icon
  • Design originale...
  • Ottime prestazioni
  • Tastiera soddisfacente
Contro Cons Icon
  • ... ma fatica ad entrare in qualche zaino
  • Display migliorabile
  • Audio sottotono

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.