fbpx
bagagli

Bagagli: arriva Car-E, l’assistente che li trasporta al posto vostro

Trasportare i propri bagagli può spesso diventare un vero e proprio peso, soprattutto nel caso in cui questi ultimi siano molto pesanti o dopo aver affrontato un lungo volo. A venire in soccorso di tutti i viaggiatori è Car-E, l’assistente che trasporterà le valigie al posto vostro! LEGGI ANCHE: Valigia smarrita? Non succederà più, grazie a […]


bagagli

Trasportare i propri bagagli può spesso diventare un vero e proprio peso, soprattutto nel caso in cui questi ultimi siano molto pesanti o dopo aver affrontato un lungo volo. A venire in soccorso di tutti i viaggiatori è Car-E, l'assistente che trasporterà le valigie al posto vostro!

LEGGI ANCHE: Valigia smarrita? Non succederà più, grazie a LugLoc di iPerGO

Car-E, l'assistente che si occupa dei bagagli

Car-E è un assistente, attualmente in fase di sperimentazione presso gli scali di San Francisco a luglio e New York JFK ad agosto, progettato da KLM per rendere gli spostamenti in aeroporto più agevoli.

bagagli

Il piccolo aiutante è infatti capace, una volta superati i controlli, di aiutare i viaggiatori ad orientarsi e, grazie alla sua portata fino a 38 kg, di alleggerirli dal peso dei loro bagagli.

Come funziona Car-E

A rendere Car-E un valido aiutante per tutti i viaggiatori è il suo essere sempre collegato in tempo reale con il database degli arrivi e delle partenze. Questo dettaglio gli permette infatti, una volta scansionata la carta d'imbarco del passeggero, di caricare i bagagli di quest'ultimo e informarlo su eventuali cambi di orario o gate, per poi guidarlo fino alla meta.

Un aiutante del genere potrebbe rivelarsi molto utile soprattutto in aeroporti grandi e dispersivi, all'interno dei quali un viaggiatore non abituale potrebbe facilmente perdersi.

bagagli

Il progetto di KLM è inoltre perfetto per ogni esigenza e "intelligente": Car-E può infatti contare su un telerilevamento laser Lidar ideato per evitare collisioni, una mappa dello scalo in 2D, una camera Rgb-D per scansionare la carta d'imbarco e fino a otto misuratori di distanza ad ultrasuoni.

A rendere l'interazione con Car-E immediata saranno, infine, i suoi non verbali famigliari a chiunque che l'assistente andrà ad emettere, unite ad animazioni sul display LED.

Il progetto di KLM

L'assistente Car-E, perfetto per orientare e aiutare il passeggero con i bagagli, è soltanto l'ultimo arrivato di un progetto più ampio firmato KLM.

La compagnia ha infatti già ideato diversi programmi basati sull'utilizzo della tecnologia per creare innovativi metodi per aiutare i viaggiatori e rendere la loro esperienza più agevole.


Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.