NewsVideogiochi

Battlefield V e non Battlefield 5, perché? Ce lo spiega DICE

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato di Battlefield V, nuova incarnazione della colossale serie sparatutto firmata EA DICE. Sembrerà una sciocchezza, ma molti utenti avrebbero interrogato gli sviluppatori circa la scelta di questo titolo – dopotutto il franchise non ha mai utilizzato i numeri romani nei naming di ciascun capitolo. Ebbene, il team di sviluppo ha svelato il fantomatico mistero, offrendo una spiegazione più che logica.

Battlefield V, dove V sta per Vittoria

La rivelazione è arrivata dal profilo ufficiale di Battlefield su Twitter, che in risposta ad un curioso fan avrebbe spiegato che la "V" presente nel titolo Battlefield V sarebbe un riferimento alla frase "V for Victory" e al relativo simbolo divenuto popolare durante la Seconda Guerra Mondiale, grazie al Primo ministro Winston Churchill.

Lo stesso simbolo, divenuto emblema delle forze alleate, è stato utilizzato sui profili social di Battlefield in alcuni post e risposte alle domande degli utenti. A questo punto ci domandiamo se vedremo mai l'emblematica figura di Winston Churchill tra i protagonisti del prossimo Battlefield V – magari facendo una comparsa in una delle War Stories.

Curioso notare che anche Call of Duty: Black Ops 4 abbia adottato un titolo piuttosto inusuale nei loghi e nelle immagini promozionali del gioco, scegliendo il nome "Black Ops IIII" invece del più quotato "Black Ops IV". Pensate, il curatore del British Museum avrebbe anche affermato che entrambi i numeri "IV" e "IIII" sarebbero corretti.

Curiosità e fun facts a parte, vi ricordiamo che Battlefield V sarà disponibile dal prossimo 19 ottobre su PlayStation 4, Xbox One e PC. Il quinto capitolo della serie first-person shooter sarà protagonista di una nuova presentazione all'EA Play di sabato 9 giugno, in occasione dell'E3 2018 di Los Angeles.

Tags

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker