fbpx
Best Applied Game

Best Applied Game: ecco i nomi dei quattro finalisti del premio


Best Applied Game

AESVI e gli organizzatori di Rome Video Game Lab hanno da poco annunciato i nomi dei quattro finalisti della prima edizione del premio Best Applied Game!

Il premio Best Applied Game

Ad organizzare la prima edizione, che si terrà dal 10 al 12 maggio 2019 presso gli studi di Cinecittà a Roma, sono state AESVI, associazione che riunisce i protagonisti dell’industria dei videogiochi, e Rome Video Game Lab. 

Il premio Best Applied Game fungerà da riconoscimento dei meriti degli studi di sviluppo italiani, che sono stati in grado di creare titoli capaci di andare oltre gli ambiti di gioco e intrattenimento, diventando strumenti di supporto per l’istruzione, per valorizzare il patrimonio culturale, la ricerca scientifica, la tutela della salute oppure uno degli innumerevoli altri campi di applicazione di rilevanza sociale.

Gli sviluppatori giunti in finale

A selezionare gli studi di sviluppo per la finale è stata la giuria del premio Best Applied Game, composta da Federico Cella (giornalista del Corriere della Sera e Presidente di Giuria degli Italian Video Game Awards), Andrea Dresseno (Presidente di IVIPRO) e Luca Melchionna (giornalista e digital strategist per musei e aziende).

I giudici hanno così selezionato Don-Ay: Pet Land di Affinity Project, Sema Land di Melazeta, ScacciaRischi dei P.M. Studios e Maggie – Il tesoro di Seshat di Soroptimist Club Firenze.

Il titolo vincitore tra questi ultimi verrà proclamato, dall’Assessore allo Sport Politiche Giovanili e Grandi Eventi del Comune di Roma Daniele Frongia, venerdì 10 maggio 2019 dalle ore 12.00 alle ore 14.00 presso la Sala Cavalli degli studi di Cinecittà a Roma.

Siete curiosi di vedere chi sarà ad aggiudicarsi l’ambito premio? C’è un titolo che vi sembra più promettente tra i quattro finalisti?


Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link