fbpx
Cultura

Black Widow arriva su Disney+: cosa ci dice sul futuro del cinema?

Nella notte Disney ha annunciato alcune novità sulla distribuzione dei suoi prossimi film, in una nuova evoluzione del rapporto tra cinema e streaming

Alla fine anche per Vedova Nera è arrivato l’annuncio. Black Widow, attesissimo film Marvel, debutterà ufficialmente sia in sala (dove possibile) sia su Disney+, come accaduto per altre pellicole negli ultimi mesi. Una decisione che arriva dopo una lunga catena di rinvii, che ha spostato l’uscita dell’opera di più di un anno. Soprattutto, si tratta di un passo che potrebbe segnare definitivamente un’evoluzione nel rapporto tra sale e piattaforme di streaming.

Black Widow debutterà su Disney+ (e non sarà l’unico film…)

Ripercorriamo la storia dall’inizio. Era il luglio del 2019 quando dal palco del San Diego Comic-Con Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios, annunciò ufficialmente la data di uscita di Black Widow. Il primo film dedicato a Vedova Nera, richiesto a gran voce dai fan, sarebbe uscito pochi mesi dopo, nel maggio del 2020.

Tuttavia all’inizio dell’anno successivo come sappiamo la situazione è cambiata. L’arrivo del COVID-19 e la conseguente pandemia hanno spinto i governi di molti Paesi a chiudere per precauzione le sale cinematografiche. Gli studios si trovarono quindi a dover rivedere i propri piani di distribuzione. Qualcuno puntò a rilasciare immediatamente i propri titoli in formato digitale. Altri, a partire proprio dai Marvel Studios, scelsero di rinviare le uscite al futuro, nella speranza di fare debuttare le proprie opere in un momento più propizio ma sempre al cinema.

Black Widow si spostò quindi dal 1 maggio del 2020 al novembre dello stesso anno. Quando poi avvicinandosi all’autunno la situazione non sembrava migliorare, si optò per un ulteriore cambio di data, passando al 7 maggio del 2021. Infine, nelle ultime ore il doppio annuncio (teoricamente definitivo): Black Widow uscirà il 9 luglio 2021, al cinema dove possibile e in contemporanea su Disney+ con la formula dell’accesso VIP già vista per Mulan e Raya e l’ultimo drago.

Non è il solo titolo che si sposta, almeno in parte, dalle sale allo streaming. Anche Crudelia, film con Emma Stone che racconterà la vita della cattiva de La carica dei 101, uscirà il 28 maggio con la stessa formula di Black Widow. Diversa la situazione di Luca invece. Il film Pixar, che ci porterà tra i panorami della Riviera italiana, debutterà il 18 giugno direttamente su Disney+, senza costi aggiuntivi, proprio come accaduto per Soul.

Perché il passaggio di Black Widow su Disney+ è importante?

florence pugh e scarlett johansson in black widow

Si tratta senza dubbio di un annuncio che da da pensare e che potrebbe avere conseguenze profonde. Se, come accennato, non è la prima volta che un titolo Disney o Pixar arrivano direttamente in streaming, il caso di Black Widow è differente. I Marvel Studios erano una delle ultime realtà a essere decisamente schierate a favore della distribuzione in sala, tanto da passare come abbiamo visto per diversi rinvii del film (e rimaneggiamenti del proprio fitto calendario di uscite).

Non solo, ma queste opere sono tra quelle che portano costantemente più incassi al cinema. Dal 2017 al 2019, tutti i titoli del il franchise sono entrati nella Top 10 annuale del box office americano. Non solo, ma sui sei film usciti tra il 2018 e il 2019, solo uno è rimasto sotto il miliardo di dollari di incassi, con Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame che hanno superato addirittura i due miliardi. Numeri impressionanti che probabilmente il film su Vedova Nera avrebbe potuto replicare, visto anche che l’interesse per questi eroi non è calato. Il successo degli show in onda in questi giorni su Disney+ lo conferma.

Per tutti questi motivi, la release di Black Widow su Disney+ ha un significato molto forte. Certo, si tratta di una decisione estremamente circostanziale. Lo conferma il fatto che il film successivo del franchise Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings in arrivo a settembre è ancora previsto solo per le sale. Tuttavia resta un precedente importantissimo, che segna (forse definitivamente) un cambiamento della situazione.

Cosa ci dice questo sul futuro del cinema e dello streaming?

poster diblack widow disney+

È difficile prevedere esattamente cosa accadrà al cinema come lo abbiamo conosciuto finora. Il processo di trasformazione è ancora in corso e non bisogna pensare che sia partito solamente con la pandemia (che lo ha al massimo semplicemente accelerato). Tuttavia ora che si è ufficialmente aperta la porta anche al debutto di un film Marvel in streaming è diventato davvero difficile pensare che si possa tornare indietro del tutto.

Questo non significa che le sale cinematografiche spariranno. È facile però immaginare che perderanno ulteriore terreno nei confronti dello streaming o più in generale della distribuzione digitale. Volendo fare qualche previsione, si può ipotizzare che anche se la pubblicazione contemporanea online e in sala resterà limitata a casi specifici, l’intervallo tra l’uscita al cinema e sul web si accorcerà di molto in futuro. E a seconda di come reagirà il pubblico questo potrebbe portare a ulteriori trasformazioni delle strutture cinematografiche, dei film e anche delle nostre case potenzialmente.

Ma in fondo fare previsioni dettagliate in questo momento è azzardato, anche perché per citare una dichiarazione proprio del presidente dei Marvel Studios Kevin Feige qualche settimana fa: “La fiducia nelle proprie parole non ha significato in questa situazione perché nessuno può essere certo di nulla. La speranza non muore mai […] Voglio tornare nelle sale con le persone“.

Funko- Pop Bobble: Avengers Endgame: Black Widow Collectible...
  • Un'iconica statuina Pop! Vinyl di Pajama Party, POP 7 di Funko
  • Alta 9cm ed inserita all'interno di una scatola trasparente da collezione
  • Scopri tutte le altre statuine Pajama Party di Funko e collezionale tutte!

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button