fbpx
AutoMotoriNews

Nuova BMW Serie 2 Active Tourer stupisce: sicuri che le monovolume non sono più interessanti?

La rivoluzione della monovolume bavarese: interni tech, linea sportiva e fino a 326CV

Quando ormai sembrava segnata l’estinzione delle pratiche e spaziose monovolume, qualcuno ha deciso che c’è ancora spazio per una MPV nel mercato attuale. Chi? Si tratta della Casa che da anni è sinonimo di piacere di guida, BMW. Quando tutti scappano dalle monovolume per abbracciare i SUV, arriva controcorrente la nuova BMW Serie 2 Active Tourer: nel 2022 arriverà la questa seconda generazione che rivoluziona il concetto di MPV. Estetica sportiva e al passo con gli ultimi stilemi della Casa, motori fino a ben 326 CV e una rivoluzione tech all’interno. Con lo spazio sempre messo al primo posto. Scommetto che ora siete curiosi, vero? Bene: scopriamo insieme tutto quello che nasconde la nuova monovolume di Monaco.

Griglia da Serie 7 e proporzioni da compatta: BMW Serie 2 Active Tourer 2022 stupisce da fuori

Lanciata nel 2014, la prima generazione di BMW Serie 2 Active Tourer ha fatto discutere molto i puristi della Casa bavarese. Prima BMW dotata di trazione anteriore, prima bavarese monovolume, e prima vettura dell’Elica basata sulla piattaforma modulare UKL lanciata dal marchio MINI. Sulla carta, una BMW dotata di trazione anteriore, motore trasversale, seduta alta e propensione per la praticità non s’aveva da fare.

Eppure, BMW scelse di lanciarsi in questo nuovo segmento, rivaleggiando direttamente con la Mercedes Classe B tra le monovolume medie premium. Su strada, poi, la Serie 2 Active Tourer ha stupito chi non si è fatto fermare dai pregiudizi, risultando molto divertente da guidare, a livelli che mai ci si potrebbe aspettare da una MPV. Il modello ha avuto un buon successo di vendite, avvicinando al brand anche altri tipi di clienti, e oggi la storia continua con la seconda generazione di BMW Serie 2 Active Tourer, in arrivo nel 2022. E da fuori, non si può confondere con la vecchia versione.

La prima 2 Active Tourer era piacevole e ben disegnata, ma difficilmente avrà fatto innamorare qualcuno con le sue proporzioni pratiche. Oggi, però, la questione cambia parecchio. Le proporzioni generali sono rimaste pressoché le stesse, con una carrozzeria alta e piuttosto alta. Ogni componente, però, è stata modificata per essere più dinamica e accattivante. I montanti anteriori, ad esempio, sono più inclinati, i passaruota più muscolosi, i finestrini più sottili. Il frontale invece è dominato dalla griglia anteriore di generose dimensioni, che sembra direttamente presa dalla BMW Serie 7 odierna.

Il doppio rene XL rende più sportivo e dinamico il frontale, dotato di fari sottili e sfuggenti (a LED di serie, Matrix LED a richiesta). Lateralmente spiccano i cerchi, disponibili da 16 fino a 19 pollici e le maniglie incassate che aiutano a ridurre il Cx a soli 0,26. Non manca una fiancata più scolpita e muscolosa e il taglio dei finestrini con il classico Gomito di Hoffmeister a firmare anche la nuova Serie 2 Active Tourer come una vera BMW.

Dietro infine troviamo una coda ridisegnata, con un lunotto più inclinato, e fari a LED molto sottili che accentuano la spigolosità del posteriore. Le linee strizzano l’occhio alla BMW Serie 3, ma anche alla nuova iX, da cui come vedremo Serie 2 Active Tourer si è ispirata parecchio all’interno. Chiude il quadro un paraurti piuttosto spigoloso e, sorprendentemente per una BMW termica, privo di tubi di scarico a vista. Nonostante si trovasse davanti la difficile missione di rendere più sportiva e dinamica la già buona prima generazione, l‘edizione 2022 di BMW Serie 2 Active Tourer convince. Dinamica, moderna e accattivante, non ha ceduto alla tentazione di SUVvizzarsi ed è rimasta fedele a se stessa, in chiave però più al passo coi tempi.

La rivoluzione è qui (dentro): gli interni di BMW Serie 2 Active Tourer 2022 citano iX e stupiscono per le linee

Se fuori BMW Serie 2 Active Tourer nel 2022 porta un’evoluzione del proprio design, ora in linea con le BMW più moderne, dentro del vecchio modello è rimasto davvero poco. Se prima la parola d’ordine era infatti praticità, con i classici stilemi della Casa bavarese ben mescolati con vani portaoggetti e linee più rassicuranti, l’abitacolo ora sa di vera rivoluzione.

La star dell’interno è infatti il nuovo schermo curvo che ingloba al suo interno il quadro strumenti digitale e il sistema di infotainment di ultima generazione. E in questo caso parliamo davvero dell’ultima versione dell’iDrive BMW, iDrive8. Visto finora solo sulle elettriche iX e i4, l’iDrive8 cambia completamente le regole del gioco. Oltre al bellissimo schermo curvo sospeso sulla plancia, infatti, questa nuova iterazione del sistema di bordo bavarese fa a meno di pressoché ogni tasto fisico. Clima, radio, tasti funzione: ora è tutto touch, e integrato nello schermo che arriva a misurare 10,7 pollici.

Scompare persino l’iconica rotella sinonimo del sistema iDrive tanto amata dai clienti dell’Elica: vedremo come questo sistema tutto touch si comporterà all’atto pratico. Dal punto di vista estetico, però, nonostante siamo di fronte al modello d’accesso della gamma BMW l’effetto wow è immediato. La plancia è molto semplice e minimalista, con le bocchette dell’aria molto sottili poste su due livelli, e le modanature possono essere in plastica, alluminio e anche in un particolarissimo legno opaco.

Bellissima poi la consolle centrale flottante, che ospita il selettore del cambio automatico, quello delle modalità di guida e altre funzioni utili come le quattro frecce e altri comandi. Il quadro strumenti digitale, da 10,25″, ha una risoluzione migliorata e in più ospita un’interfaccia più personalizzabile e meno ingessata delle altre BMW. Non mancano poi sedili massaggianti, ricarica wireless per il cellulare e anche il volante è stato ridisegnato, ora più moderno e sportiveggiante.

Lo spazio rimane protagonista: 400 litri di bagagliaio in meno di 4,3 metri

Nonostante tutto, comunque, BMW Serie 2 Active Tourer rimane anche per il 2022 una monovolume. Questo significa che all’interno ci sono diversi vani dove riporre i nostri oggetti personali, sia sotto la consolle flottante che sotto la plancia, dove troviamo due portabicchieri, due prese USB-C e un pad di ricarica wireless verticale, molto comodo e di facile utilizzo.

Lo spazio a bordo poi si preannuncia di ottimo livello. Le dimensioni sono pressoché invariate rispetto al modello precedente: parliamo quindi di 4,39 metri di lunghezza (+3 cm rispetto alla precedente), 1,82 m di larghezza (+2 cm) e 1,58 m di altezza (+2 cm), mentre il passo è rimasto invariato a 2,67 metri. Gli occupanti anteriori quindi avranno presumibilmente la stessa (ottima) disponibilità di spazio della prima generazione, mentre dietro i passeggeri potranno sfruttare il divano scorrevole di ben 13 cm. Questo consentirà di dare ben 90 litri in più di spazio nel bagagliaio.

Parlando proprio di vano bagagli, la sua capacità cambia a seconda delle motorizzazioni scelte. In ogni caso, la capacità di carico della versione 2022 di BMW Serie 2 Active Tourer varia da un minimo di 415 ad un massimo di 470 litri, mentre con i sedili della seconda fila abbattuti si oscilla tra i 1.405 e i 1.455 litri. In più, il portellone posteriore ad apertura elettroattuata è di serie su tutte le versioni.

Mild Hybrid, Plug-in Hybrid ma anche benzina e diesel: la poliedrica gamma di BMW Serie 2 Active Tourer 2022 arriva fino a 326CV

Arriviamo infine alla parte meccanica, che vede riconferme e sorprendente novità. La base su cui poggia BMW Serie 2 Active Tourer rimane anche dal 2022 in poi l’ottima piattaforma modulare UKL. Dopo il debutto sulla prima Active Tourer, oggi questa piattaforma si trova su diversi modelli della gamma BMW, da Serie 1 a X1 e X2, da Serie 2 Gran Coupé all’intera gamma MINI. Si tratta di una piattaforma capace di regalare ottime sensazioni di guida, un’abitabilità ottimale e spazio per diverse motorizzazioni.

Ed infatti, come ormai ci sta abituando BMW, anche questa nuova Serie 2 Active Tourer offre tutte le alimentazioni presenti nella scuderia bavarese. Partendo dalle motorizzazioni benzina, alla base troviamo infatti la 218i, dotata del motore 1.5 tre cilindri turbo B38 da 136 CV, già conosciuta su diversi modelli BMW. E già dopo una motorizzazione tutto cambia. La 220i, infatti, è dotata dello stesso 1.5 tre cilindri benzina ma con modulo mild hybrid a 48 V da circa 20 CV. Si tratta di un debutto di questa tecnologia sul 1.5 benzina, che così arriva a 170 CV e 280 Nm di coppia.

Al top della gamma benzina troviamo la 223i, dotata di un 2.0 4 cilindri turbobenzina B48 accoppiato di nuovo ad un modulo mild Hybrid. La potenza complessiva è di 218CV e ben 360 Nm, per un motore potente e vigoroso. Se però fate tanti km, BMW ha pensato a voi con la 218d. Dotata del mitico motore 2.0 4 cilindri turbodiesel B47 con turbo a doppio stadio, eroga 150 CV e 360 Nm di coppia, ed è perfetto per chi macina strada ogni giorno. Tutte le motorizzazioni saranno disponibili unicamente con cambio automatico, nello specifico il rinnovato 7 marce doppia frizione. Non mancheranno, infine, le motorizzazioni ibride. Se prima infatti c’era la solla 225xe nella gamma Active Tourer, ora l’offerta ibrida alla spina raddoppia.

Chi desidera una monovolume BMW plug-in, infatti, potrà scegliere tra la 225e xDrive e la 230e xDrive. La base di partenza è la stessa, con due motori che formano un sistema di trazione integrale combinata. Il motore sotto il cofano è il compatto 1.5 tre cilindri turbobenzina, che muove le ruote anteriori. Al posteriore invece trova posto un motore elettrico collegato ad una batteria che consente fino a 80 km di autonomia in pure electric. Se consumi ed emissioni tra le due versioni sono pressoché identiche, a cambiare sono la potenza e le prestazioni. La 225e xDrive ha infatti 245 CV (136 termici+109 elettrici), mentre la 230e arriva a ben 326CV complessivi (150 termici e 177 elettrici). La 230e xDrive è anche la Serie 2 Active Tourer più veloce di sempre, con uno 0-100 km/h coperto in 5,6 secondi.

Chiudiamo con la sicurezza, di ottimo livello come da tradizione BMW. Di serie su tutte le versioni c’è il Cruise Control, l’avviso per il mantenimento di corsia e quello anticollisione, anche per gli incroci. A richiesta, si potrà avere il Cruise Control Adattivo con funzione Stop&Go, e tutte le altre tecnologie per arrivare ad una guida autonoma di Livello 2. Sarà infine possibile attivare determinate funzioni, di sicurezza e non, tramite il servizio Functions on Demand di BMW. Tramite l’acquisto di determinati pacchetti o servizi, l’auto riceverà un aggiornamento OTA che attiverà il servizio sulla vostra auto, grazie alla connessione 5G sempre presente in vettura. 

In arrivo da febbraio 2022, BMW Serie 2 Active Tourer 2022 partirà da circa 35.000€

Come abbiamo visto, le novità sulla nuova BMW Serie 2 Active Tourer sono davvero numerosissime. La BMW più accessibile ora diventa a sorpresa una delle più tecnologiche, portando al debutto tecnologie viste solo sulle EV di casa e riscoprendosi così appetibile anche per chi mai avrebbe sognato di mettersi in garage un MPV. E chi lo ha detto che le monovolume non sono poi morte?

Sicuramente non BMW, che nel 2021 nonostante tutti puntino ad automobili con ruote alte punta ancora sulla formula “auto spaziosa per la famiglia”. Alla ricetta originale, però, aggiunge linee moderne e premium, interni tecnologici e da sicuro effetto wow e una meccanica che si adatta a tutte le esigenze, che sarà in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. Le prime BMW Serie 2 Active Tourer ad arrivare nel febbraio 2022 saranno le 218i, 220i, 223i e 218d. Entro l’estate dell’anno prossimo arriveranno invece le plug-in Hybrid. E il prezzo? La base di partenza per il mercato tedesco sarà di 35.000 euro, con la top di gamma 230e xDrive che partirà da circa 48.000 euro.

Di certo non è un’auto economica, ma anche il prezzo dimostra il cambio di passo della Serie 2 Active Tourer. Non più solo automobile d’accesso al mondo BMW, ma anche manifesto di come anche la più piccola delle bavaresi sia un concentrato di tecnologia e soluzioni di pregio. Da grandi estimatori della prima serie di Serie 2 Active Tourer, siamo davvero curiosi di scoprire come si comporterà su strada la monovolume di Monaco. E voi? Cosa ne pensate? Vi piace questa nuova BMW Serie 2 Active Tourer? Scegliereste mai una monovolume al posto di un classico SUV? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti: è il vostro momento.

BMW Originale Tonico Energizzante all'Aria Naturale per...
  • 3 stick profumati “Energizing Tonic” per BMW, con logo.
  • Prodotto originale BMW.
BMW - Ombrello tascabile con logo e meccanismo di chiusura...
  • Logo BMW colorato sul tetto dell'ombrellone e sull'impugnatura.
  • Pulsante di scatto integrato nel manico per aprire e chiudere automaticamente l'ombrellone.
  • Con custodia per ombrellone. Dimensioni: Ø 98 cm

Non perderti le ultime notizie sul mondo BMW!

Lo sapevi? È nato il canale di Telegram di Tech Princess con le migliori offerte della giornata. Iscriviti qui!

Da non perdere questa settimana su Techprincess

💡 Fastweb entra nel mercato energetico: le offerte luce di Fastweb Energia
 
🤖 Apple vuole portare i robot nelle nostre case
 
🎸 Cos’è l’Elvis Act, che vuole tutelare gli artisti dall’IA
 
📺 Il successo dei canali TV gratuiti in streaming: intervista a Marcos Milanez di Rakuten TV
 
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button