fbpx
CulturaEventiNews

Le novità di Bologna Children’s Book Fair

Il programma dell’online edition, quattro giorni di eventi dal 14 al 17 giugno

La Bologna Children’s Book Fair, la principale fiera dell’editoria italiana per il pubblico under 18, quest’anno sarà on line.

La BCBF si è aperta lunedì 14 giugno e si concluderà giovedì 17. La versione digitale accessibile a tutti non sarà l’unica novità di una fiera che nell’edizione attualmente in corso festeggia i cinquantasette anni di onorato servizio.

Breve storia della Bologna Children’s Book Fair

Era infatti l’aprile del 1964 quando a Bologna è nata la Fiera del Libro per Ragazzi, o Bologna Children’s Book Fair, a testimonianza della portata internazionale dell’evento.

Già dal 1966 la Fiera si è infatti aperta alle collaborazioni con editori per ragazzi anche al di fuori del nostro Paese.

Erano anni di grande fermento culturale e l’attenzione all’infanzia, editoria compresa, stava diventando un argomento centrale.

Nel 1969 la BCBF si è trasferita al quartiere fieristico, e nel corso degli anni ha continuato ad aumentare la propria notorietà. Sino a diventare uno dei principali appuntamenti internazionali per l’editoria dedicata a bambini e ragazzi.

Ogni anno ci sono stand espositivi, si assegnano premi, si susseguono iniziative. Tra le più importanti c’è la Mostra degli illustratori. Inoltre, ogni anno viene scelto un Paese ospite d’onore, che ha l’opportunità di mostrare i propri scrittori e illustratori di talento per il pubblico under 18.

Bologna Children’s Book Fair

L’edizione 2021 dedicata a Dick Robinson

Come si può leggere sul sito ufficiale, l’edizione 2021 di Bologna Children’s Book Fair è dedicata a Richard “Dick” Robinson, CEO di Scholastic, celebre casa editrice statunitense di libri per ragazzi (ha pubblicato, tra gli altri, i libri di Harry Potter e quelli di Geronimo Stilton). Robinson era anche un grande amico di BCBF.

La formula di quest’anno

La grande novità dell’edizione di quest’anno della Bologna Children’s Book Fair è il suo carattere virtuale.

La pandemia ha reso necessaria una quattro giorni unicamente virtuale. Ma come funzionerà la Fiera? Per partecipare alle iniziative e agli eventi è sufficiente la registrazione gratuita all’area del sito riservata ai visitatori. Per alcuni incontri è richiesta la preregistrazione.

E non occorre nessuna rincorsa per non perdere gli appuntamenti che interessano: tutti i contenuti saranno accessibili sul sito ufficiale sino al prossimo 31 agosto.

Alcuni contenuti

Il fitto calendario partito lunedì 14 è ricco di appuntamenti.

Ci saranno ben dieci mostre internazionali dedicate all’illustrazione. Tra cui spiccano la cinquantacinquesima Mostra degli Illustratori e quella dedicata a Dante.

Avrà luogo inoltre la 24 Hours Portfolio Review Marathon, una non stop che riunirà idealmente la comunità mondiale degli illustratori in un passaggio di testimone lungo, appunto, un giorno intero.

Nella prima edizione di BolognaBook Plus si terrà una conferenza internazionale sulle nuove sfide che il settore del libro sta affrontando a livello globale. Si tratteranno i temi dell’editoria post-Covid, dell’istruzione e della sostenibilità.

La poesia sarà tra le protagoniste della Bologna Children’s Book Fair, e non solo per l’omaggio a Dante. La parola poetica sarà infatti al centro della sezione speciale del BolognaRagazzi Award, di una conferenza internazionale e di un grande evento a chiusura della quattro giorni.

Non mancherà il il BCBF Global Rights Exchange, la piattaforma online dedicata allo scambio internazionale di diritti e alla distribuzione e licensing dei contenuti.

Bologna Children’s Book Fair

Le dichiarazioni

“Il programma online della prima edizione di BolognaBookPlus è pensato per dare voce al settore editoriale globale nella sua meravigliosa resilienza, creatività e innovatività. Un giorno – che tutti speriamo caldamente arrivi presto – potremo ripensare a questo periodo come a una fase di reset che ha scompigliato le carte alla nostra industria che, come sempre, riflette così accuratamente il mondo intero”. Sono parole della Guest director di BolognaBookPlus, Jacks Thomas.

Intanto BCBF è già proiettata verso il futuro: sono state ufficializzate le date dell’edizione 2022 della Bologna Children’s Book Fair, che si terrà dal 21 al 24 marzo 2022. Augurandosi che possa tornare a essere una Fiera in presenza.

La collaborazione con Aie e BolognaFiere

Bologna Children’s Book Fair di quest’anno nasce dallo sforzo congiunto di Aie (Associazione italiana editori) e di BolognaFiere.

“Grazie alla partnership con BolognaFiere – ha detto il presidente di Aie Ricardo Franco Levi – puntiamo a supportare ancora di più l’editoria per bambini e per ragazzi che già oggi ha un ruolo fondamentale per tutto il nostro settore e indici di internazionalizzazione molto alti’”.

Secondo i dati Aie l’editoria per ragazzi nel 2020 ha avuto una piccola flessione, con un sell out (il venduto delle librerie) di 244,7 milioni di euro, in calo dell’1,3%.

Il protocollo d’intesa tra Aie e BolognaFiere prevede la collaborazione per promuovere l’editoria per bambini e ragazzi in Italia e all’estero.

Dopo Bologna, la prossima tappa sarà a dicembre con Più Libri più liberi, la fiera della piccola e media editoria organizzata proprio da Aie a Roma.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button