fbpx
c-mask

C-mask, dal Giappone la mascherina che si connette allo smartphone
Dal Giappone arriva la nuova mascherina che permette di connettersi al proprio smartphone


Con l’emergenza Covid-19 la mascherina è diventata pressoché irrinunciabile. E per soddisfare le esigenze di tutti, start up e aziende si stanno muovendo per produrne tipologie tutte diverse tra loro. Tra queste, la start up giapponese Donut Robotics, che ha letteralmente trasformato la tradizionale mascherina in un gadget tecnologico, c-mask.

C-mask, la mascherina tecnologica

Da dove sia venuta l’idea di trasformare la mascherina in un prodotto hi-tech non lo sappiamo, ma quello che è certo è che c-mask potrebbe rivelarsi davvero una scoperta sensazionale. Precisiamo, anzitutto, che dovrà essere indossata al di sopra della vostra mascherina tradizionale. Una connessione Bluetooth fa tutto il resto, permettendovi di dettare messaggi al vostro smartphone o chiamare chi volete. E se questo non dovesse bastare, sappiate anche che il sistema potrà tradurre le vostre parole in tutte le lingue possibili – una funzionalità che la Donut ha pensato in origine per il suo robot Cinnamon -.

c-mask

Abbiamo lavorato per anni per mettere a punto un robot e ora abbiamo usato quella tecnologia per creare un prodotto che risponda al modo in cui il Coronavirus ha rimodellato la società“, così ha dichiarato Taisuke Ono, il CEO di Donut.

Ma non è solo la possibilità di utilizzare lo smartphone a rendere c-mask una novità incredibile. Per assicurarsi che le persone possano sentirsi anche a distanza, gli sviluppatori della mascherina hanno pensato ad una funzionalità che possa amplificare la voce. In questo modo, durante riunioni o lezioni in aula, sarà possibile farsi sentire nonostante il distanziamento sociale.

Scopriremo quanto davvero sarà utile non appena la Donut Robotics lancerà il prodotto sul mercato giapponese, dove sembra sarà venduto al costo di $ 40. Quanto alla vendita in altri Paesi, la start up sembra molto interessata a lanciare il prodotto hi-tech anche fuori dal Giappone, ma si tratta ancora di un’idea piuttosto lontana. In ogni caso, siamo certi che la c-mask si guadagnerà il successo che merita. Il prodotto aumenterà la soglia di sicurezza da contagio, impedendo alle persone di abbassare la mascherina per parlare al telefono.


Chiara Crescenzi

author-publish-post-icon
Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link