fbpx
CulturaSpettacoli

La casa di carta, un teaser per il finale della serie

Il celeberrimo show Netflix si avvia alla sua conclusione e un teaser ci prepara all'ultimo viaggio

Il 2021 segnerà la fine de La casa di carta, uno dei fenomeni seriali più importanti degli ultimi anni. Dopo un lungo percorso, il Professore e i suoi compagni saluteranno il loro pubblico con la quinta e ultima parte dello show. Ormai ci siamo quindi e i fan già non vedono l’ora che sia il 3 dicembre, con quel mix dolceamaro di curiosità per la conclusione e dispiacere per dover salutare i propri beniamini. E a dare il via alle danze per il finale, è arrivato nelle ultime ore un teaser trailer, per accrescere l’hype negli appassionati.

La casa di carta, ecco il teaser della conclusione

Il filmato, che potete vedere di seguito, si apre con una dichiarazione d’intenti del Professore, il leader della banda di ladri spagnoli su cui si incentra lo show. La rapina alla Banca di Spagna, nata con l’intento di salvare Rio dalle torture delle forze dell’ordine, ha avuto conseguenze terribili per il gruppo. Nel primo volume di questa quinta parte (pubblicato lo scorso settembre) la situazione è precipitata ulteriormente e ogni speranza sembra essere perduta.

Il momento è grave e i volti scossi e sofferenti dei diversi membri della banda che scorrono all’inizio del promo lo testimoniano. Ma il Professore è determinato e le sue parole sono ferme: “Non permetterò che cada nessun altro per questa rapina“. Successivamente vediamo scorrere una serie di clip rapide tratte dagli episodi. Non è facile riuscire a dedurre qualcosa su ciò che avverrà nelle puntate in questione a partire da queste poche immagini, ma possiamo tranquillamente affermare che sarà una conclusione ricca d’azione. Il tempo dei discorsi, delle negoziazioni e dei piani astuti potrebbe essere finito: ora bisogna combattere.

A rimarcare il tutto la scritta che compare all’inizio del video, mentre il Professore fa il suo discorso: “La fine sta arrivando“. Un monito che ribadisce come il ciclo dello show stia arrivando a conclusione. Un percorso tortuoso senza dubbio, che però lo ha reso in maniera imprevedibile uno dei più grandi successi di pubblico per Netflix in tutto il mondo.

Ma è davvero la fine?

La casa di carta nasce in realtà al di fuori dello streaming, come progetto della televisione spagnola. Dopo la sua conclusione, Netflix ne ha acquisito i diritti di distribuzione, scegliendo di pubblicarlo in due parti e rimontando gli episodi con una scansione differente. La storia dei banditi che assaltano la Zecca spagnola ha conquistato immediatamente il pubblico, diventando un successo mondiale.

E così, poco dopo, la piattaforma di streaming ha annunciato una nuova stagione interamente prodotta internamente. Un rilancio delle avventure che, fra alti e bassi, è riuscito a convincere gli appassionati che tornano a rivedere le diverse stagioni curiosi di scoprire di più sui ‘ladrones’.

Ora che la serie si avvia alla conclusione, non è da escludere che possa esserci un modo per tenerla in vita in qualche modo. È difficile che un fenomeno di questo tipo si spenga semplicemente, senza un qualche tentativo di revival. E forse quindi potrebbe arrivare uno spin-off, di cui già si era parlato in passato, incentrato su uno o alcuni dei protagonisti. Ancora però non c’è nulla di ufficiale a riguardo e bisognerà aspettare per saperne di più.

E voi cosa ne pensate? Chi vorreste vedere eventualmente come protagonista di uno spin-off simile?

Heiwu La Casa De Papel - Stampa artistica su tela e stampa...
  • Non ci sono cornici e cornice da scegliere
  • Perseguiamo poster su tela di alta qualità, migliori dei poster di carta.
  • Qualità: il prodotto viene realizzato subito dopo l'acquisto. Non è conservato nel magazzino perché il suo colore...

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button