fbpx
MobileNews

Clubhouse introduce novità per la privacy (e non solo)

Il social audio non richiede più l'accesso alla rubrica ma offre modalità più semplici per invitare alla conversazione

Il social audio Clubhouse ha introdotto alcuni cambiamenti, a cominciare da un miglioramento dal punto di vista della privacy: ora non chiede più accesso ai contatti sullo smartphone. Inoltre aggiunge nuove funzioni per i creatori di stanze che rendono più semplice invitare altre persone a partecipare alla conversazione.

Clubhouse lavora per migliorare la privacy

Il primo passo compiuto con questo aggiornamento da Clubhouse riguarda la privacy. In rete molte persone si sono lamentate del fatto che l’app chieda accesso ai contatti salvati sull’iPhone: dati non necessari al funzionamento di Clubhouse. Inoltre, la pratica di creare un profilo per tutti questi contatti che non avevano richiesto di essere profilati.

Ora per aggiungere una persona non ancora sulla piattaforma dovete aggiungere il numero di telefono. Una soluzione non ideale: collegandosi solo tramite la rete, il numero di telefono non dovrebbe essere una necessità. Tuttavia questo nuovo sistema tutela la privacy del grande numero di contatti sui nostri smartphone, che non hanno alcuna intenzione di trovarsi con noi a chiacchierare in una stanza virtuale.

clubhouse contatti

Inoltre il direttore Paul Davidson ha spiegato che è ora possibile richiedere alla compagnia di rimuovere tutti i contatti caricati fino a questo momento inviando una email al supporto. Davidson ha promesso che presto dovrebbe arrivare uno strumento software per rimuovere questi elenchi in autonomia.

Novità per i creatori

Oltre a questa novità per la privacy, Clubhouse ha introdotto alcune nuove funzioni per i creatori. Il primo (e più utile) è la possibilità di condividere i link sia dei profili che dei Club per invitare altri a unirsi alla conversazione. Inoltre arriva un filtro per la lingua in cui avviene la conversazione, molto utile per scremare stanze in lingue che non comprendete quando cercate fra i Club. Infine, potete invitare a unirsi come gruppo, invece che farlo singolarmente e arrivano anche nuovi tool per segnalare e riportare abusi delle regole.

Clubhouse introduce anche un programma Creator First, che aiuta i produttori a raccogliere risorse per realizzare i propri progetti all’interno di Clubhouse. All’inizio solo 20 persone possono partecipare, con le iscrizioni che terminano il 31 marzo a questo indirizzo.

Questa novità in particolare potrebbe portare contenuti di qualità sulla piattaforma, aiutandola a distinguersi in un ambiente che si sta sempre più inflazionando, con Twitter e Facebook che si preparano a lanciare in via ufficiale la loro alternativa a Clubhouse.

OffertaBestseller No. 1
Apple iPhone 11 (128GB) - nero
  • Come parte dei nostri sforzi per raggiungere i nostri obiettivi ambientali, iPhone 11 non include più un alimentatore o...
  • Display Liquid Retina HD da 6,1" (LCD)
  • Resistente alla polvere e all’acqua (2 metri fino a 30 minuti, IP68)
Source
Engadget

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button