CulturaNewsTech

Concorso Epson Win-A-Robot: due università italiane tra i vincitori

In occasione del concorso Win-A-Robot di Epson, le università di tutta Europa si sono sfidate con progetti innovativi nei settori più disparati per aggiudicarsi un robot dell’azienda. Tra le sei università vincitrici, ben due, quella di Padova e quella di Pavia, sono italiane, con progetti riguardanti, rispettivamente, la decorazione personalizzata di torte e il miglioramento della sicurazza nell’interazione fisica tra robot ed essere umani.

“Win-A-Robot” con Epson

Affiancate alla due italiane, le altre università vincitrici sono: Pecs (Ungheria), con il progetto “Controllo robotico con visori di realtà aumentata“; Heinz-Nixdorf-Berufskolleg (Germania) con il progetto “Simulazione di commercio online con l’esempio di un impianto di riempimento di caramelle“; Institute of Technology di Tallaght (Irlanda) con il progetto “Robotica, produzione alimentare e raccolta“; Università di Plymouth (Regno Unito), con il progetto “Robot autoadattabile per la produzione assistita in cellule di lavoro sostenibili intelligenti“.

Robotica e automazione svolgeranno un ruolo fondamentale nel sostenere la competitività e la crescita delle imprese europee“, ha dichiarato Volker Spanier, responsabile della divisione Robotics Solutions di Epson Europe, annunciando i vincitori del concorso. “Garantire che gli studenti di oggi siano preparati con entusiasmo a questa sfida è di incredibile importanza ed Epson non vede l’ora di lavorare a fianco dei futuri talenti per far crescere e sviluppare competenze e progetti in quella direzione. Consideriamo questo annuncio come l’inizio di fruttuose relazioni a lungo termine con le università in tutta l’area EMEAR“.

Robot Epson Win-A-Robot

Combinare un’industria tradizionale come quella della cottura – ha commentato il Professor Giulio Rosati, Ordinario di Meccanica Applicata alle Macchine, Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Padovacon soluzioni di automazione moderne e flessibili non è un compito facile. Con il progetto ‘ChocoBot – Decorazione personalizzata di torte celebrative ad alta efficienza energetica e prototipazione rapida di grandi strutture di cioccolato’ e con la domanda del mercato di prodotti personalizzati in rapida espansione, vediamo il potenziale per fornire soluzioni ad alta qualità per la personalizzazione delle torte sia come un’entusiasmante sfida di automazione sia come una soluzione industriale a lungo termine: i metodi di ottimizzazione sviluppati all’interno del progetto saranno generali e facilmente applicabili a diversi prodotti e settori industriali. Siamo fiduciosi di ciò che questa nuova opportunità può portare grazie al concorso Epson Win-A-Robot“.

Siamo onorati – ha dichiarato la Professoressa Antonella Ferrara, Ordinario di Automatica presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione dell’Università di Paviadi aver ottenuto questo importante risultato alla prima competizione Win-A-Robot di Epson Europe e che il nostro progetto sia stato valutato così positivamente dalla giuria. La nostra ricerca ha già ottenuto risultati interessanti nell’addestramento di un braccio robotico con collision avoidance mediante tecniche di Deep Reinforcement Learning. Grazie al supporto di Epson, saremo in grado di validare sperimentalmente i nostri algoritmi e portare al livello successivo il nostro progetto, coinvolgendo nuovi studenti e ricercatori in un ambito di ricerca estremamente attuale e promettente“.

Nei prossimi mesi Epson Europe e i suoi partner lavoreranno a stretto contatto con le istituzioni vincitrici per fornire supporto e formazione, oltre a garantire ai team vincenti e al corpo studentesco di poter sfruttare al meglio questo nuovo strumento. Maggior informazioni sul concorso e i vincitori disponibili sul sito ufficiale di Epson.

Tags

Giovanni Natalini

Fin da piccolo amante di scienza, tecnologia e fumetto, studente magistrale di Ingegneria Elettronica e fruitore nel (poco) tempo libero di serie tv, Youtube e videogiochi.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker