fbpx
NewsTech

Connettività 5G: secondo Intel 1,3 miliardi di ricavi entro un decennio

Che il nuovo standard tecnologico sia velocissimo ed affascinante non ci sono dubbi ma cosa ne pensano i “big” a livello di business? Un recente studio di Intel ci stupisce con cifre record per il settore multimediale e dell’intrattenimento, scopriamone assieme i dettagli.

5G

Le previsioni per il futuro

Secondo lo studio “5G Economics of Entertainment Report” (ovvero il Report sull’economia dell’intrattenimento 5G) commissionato da Intel, con il supporto di Ovum, si prevede che nel corso dei prossimi dieci anni il settore multimediale e dell’intrattenimento conquisterà una grande fetta di mercato con quasi 1.3 miliardi di dollari di ricavi.

“Il 5G scuoterà inevitabilmente il panorama dei contenuti multimediali e dell’intrattenimento. Rappresenterà un importante vantaggio competitivo se le aziende sapranno adattarsi. In caso contrario, rischieranno il fallimento o persino l’estinzione. Questa ondata di trasformazione 5G non interesserà solo singoli settori, e adesso è il momento giusto per tutti i decision maker aziendali di chiedersi: la nostra azienda è pronta per il 5G?” ci chiede Jonathan Wood, General Manager di Business Development & Partnerships, 5G Next Generation and Standards di Intel

Secondo uno studio di Intel, il 5G genererà 1.300 miliardi di dollari di nuovi ricavi nei settori dei contenuti multimediali e dell’intrattenimento entro il 2028

5g 2025 tipping point

Il 2025, una data importante

Secondo le stime del report, già entro il 2025 si saranno superati la metà dei ricavi globali basati sui contenuti multimediali. La grande capacità delle reti 5G provvederà, previo dispositivi compatibili, ad un’altissima velocità di connessione e ad una bassissima latenza. Lo streaming e il download dei file non saranno più fermati da blocchi o lunghi tempi d’attesa.

  • 2022: quasi il 20% dei ricavi totali – 47 milioni di $ su 253 milioni di $
  • 2025: oltre il 55% dei ricavi totali – 183 milioni di $ su 321 milioni di $
  • 2028: quasi l’80% dei ricavi totali – 335 milioni di $ su 420 milioni di $

intel-5g-smart-media-infographic

Domanda e offerta

Se ci chiedessimo: “ma veramente una tecnologia del genere può portare ad un boom del mercato così grande?” la risposta è da ricercare proprio nello studio di Intel. Il 5G accelererà il consumi di tutti i contenuti multimediali, dal mobile alla televisione. L’esperienza subirà un netto miglioramento in termini sia di prestazioni che di contenuti, più immersivi e interattivi. Fate largo a tutti i trend di realtà virtuale, realtà aumentata ed automazione; tecnologie sì abbastanza complete ma con grandi richieste in termini di connettività.

Con il 5G passeremo facilmente ad un consumo mensile di circa 10 GB nel 2019 fino ad oltre 80 GB nel 2028, con approssimativamente un 90% del traffico dedicato interamente ai contenuti video. Le “vecchie” reti 3G e 4G, insufficienti a garantire un’esperienza adeguata, non potrebbero mai stare al passo con questo volume di richiesta. Senza contare tutti quei nuovi canali ancora inesplorati che neanche le più fini analisi di mercato potrebbero prevedere a distanza di dieci anni.

Il 5G e le aziende

Passando al lato business, per usufruire appieno di questa tecnologia tutti i vari settori devono fare la loro parte. Adeguamenti e cambiamenti radicali saranno necessari al fine di trasmettere al cliente finale l’esperienza desiderata e, al contempo, rimanere in gioco rispetto ai competitors. Ogni azienda del settore cerca ora di immaginarsi come il 5G trasformerà e rivoluzionerà il loro lavoro: è proprio in questi anni che si decideranno le strategie vincenti che porteranno in alto un’azienda piuttosto che un’altra.

Prendendo come spunto l’avvento delle reti wireless 3G, nessuno avrebbe potuto prevedere come sarebbe stato oggi l’ambiente mobile. Basti pensare che con il 4G si sono creati settori e società completamente nuovi: aziende come Airbnb, Uber, Netflix e Spotify non sarebbero state possibili senza questa tecnologia

La domanda fondamentale è: che cosa non subirà l’impatto o l’effetto dirompente del 5G? La rete wireless di prossima generazione consentirà svariate innovazioni digitali, dall’informatizzazione degli oggetti fisici all’intelligenza artificiale, inaugurando un nuovo mondo entusiasmante per il quale i dirigenti aziendali e le nazioni devono prepararsi”, ha affermato Ed Barton, Chief Analyst di Entertainment Practice di Ovum.

Cosa ne pensa Intel

Intel, uno dei massimi esperti e non certo l’ultimo arrivato, è convinta che la latenza inferiore e la maggiore velocità saranno abbastanza, assieme a tutti i sistemi di cloud, per espandere la capacità di smartphone e computer oltre ogni potenzialità. Intel stessa, leader del settore, sarà la prima a potenziare il suo ecosistema tecnologico 5G affinché tutta la nuova mole di dati in arrivo sarà facilmente elaborabile da tutta la filiera dei suoi prodotti; non soltanto computer ma anche le applicazioni industriali ed il cloud.

Federico Marino

Amante dei motori, specie quelli grossi e rumorosi, appassionato di tecnologia e di tutto ciò che è scientifico e innovativo. Studente in ingegneria energetica, tento di sopravvivere al caos della Grande Milano con una piccola reflex, rock 'n 'roll sempre in cuffia e tanti buoni propositi!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button