CulturaNews

Deepfake: ora potrete utilizzare l’intelligenza artificiale per ballare

Grazie all'intelligenza artificiale potrete simulare i passi di danza che avete sempre sognato di fare!

L’intelligenza artificiale si sta dimostrando uno strumento molto capace quando si tratta di manipolare video di persone. I deepfake di scambio facciale sono stati l’esempio più visibile, ma ogni giorno vengono scoperte nuove applicazioni. L’ultima novità? Deepfake per ballare! Attraverso questa intelligenza artificiale si possono leggere le mosse di danza di qualcuno e copiarle.

La scoperta è stata fatta da un quartetto di ricercatori dell’UC Berkley. Secondo quanto hanno scritto in un documento pubblicato su arXiV, il loro sistema comprende una serie di passaggi discreti. Per prima cosa viene registrato un video del target e un sottoprogramma trasforma i movimenti in una figura stilizzata: sono necessari numerosi video per ottenere un trasferimento di buona qualità, all’incirca 20 minuti di filmati a 120 fotogrammi al secondo. In seguito viene trovato un source video e una figura stilizzata composta dai loro movimenti: per concludere avviene lo scambio attraverso una rete neurale che sintetizza il video dell’individuo bersaglio in base ai movimenti di figura stilizzata della fonte.

Deepfake Ballo Tech Princess

Tutto ciò può sembrare facile, ma non fatevi ingannare dalle apparenze perché ci sono numerosi ingegneri al lavoro. Per farvi un esempio: è addirittura presente una subroutine che “leviga” il movimento delle figure in modo che i ballerini non si muovano troppo e c’è una rete neurale completamente separata che rende il volto dell’individuo più realistico.

Ci sono anche limitazioni al programma: per esempio, la rete non è in grado di modellare accuratamente vestiti larghi, quindi l’individuo deve necessariamente indossare abiti aderenti. Nonostante ciò ed altre anomalie che sono visibili anche nel video in evidenza, il lavoro svolto è impressionante. Si tratta di un lavoro così geniale che potrebbe addirittura trasformarsi in un’app: non ci resta che attendere!

Fonte
TheVerge.com
Tags

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker