fbpx
desperados 3 recensione john cooper

Desperados 3 recensione: il ritorno di John Cooper
Abbiamo giocato al nuovo capitolo di Desperados, il videogioco tattico in tempo reale di Mimimi Games, ecco cosa ne pensiamo:


La nostra recensione di Desperados 3, il terzo capitolo della fortunata serie di strategici tattici in tempo reale divenuta famosa nei primi anni 2000. Dopo 13 anni dall’ultimo videogioco, la software house Mimimi Games prende le redini della gestione della serie con l’arduo compito di riportare nel presente un franchise già affermato.

Sarà riuscito Desperados 3 a soddisfare le aspettative dei fan della serie riuscendo allo stesso tempo ad introdurre nuove meccaniche di gioco? Scopriamolo!

Desperados 3 recensione

Nonostante il titolo, Depserados 3 è un prequel della serie e racconta gli eventi antecedenti al primo capitolo. Il gioco inizia infatti quando John Cooper, il protagonista, è ancora un ragazzino. Le prime sequenze di gioco, che fungono da tutorial, mostrano il rapporto tra John e suo padre immersi nel selvaggio West, pieno di pericoli e di opportunità. La storia vera e propria inizia nel 1870. John, ormai diventato un uomo, si trova a bordo di un treno diretto alla città di Flagstaff. Il viaggio dura pochissimo e la quiete viene stravolta da un assalto al treno da parte di un gruppo di criminali che hanno bloccato i binari così da poter assaltarlo e derubare i viaggiatori. Da qui inizieranno una serie di disavventure che porteranno John Cooper a scontrarsi con gli uomini della DeVitt Company, una società tutt’altro che onesta disposta a tutto per acquisire le ricchezze del territorio.

La trama, che non vi raccontiamo per ovvie ragioni, si sviluppa su 16 mappe nelle quali incontreremo moltissimi personaggi che ci aiuteranno a raggiungere i nostri obiettivi sani e salvi, o quasi. Ogni mappa porta avanti la storia principale ed è caratterizzata da una serie di nemici da sconfiggere, azioni da ponderare e interazioni ambientali.

Offerta
Desperados 3 - Playstation 4
  • Comanda fino a cinque Desperados e usa le loro letali abilità per sconfiggere furtivamente le file nemiche
  • Distruggi nemici apparentemente impossibili con un'attenta pianificazione e con esecuzion a tempo

Quando un uomo col fucile calcola bene le sue mosse…

Come anticipato, Desperados 3 è un videogioco tattico che rimane fedele ai capitoli precedenti aggiungendo qualche novità qua e la. Dovremmo dare sfogo a tutta la nostra capacità di giudizio e strategia per arrivare alla fine di ogni livello di difficoltà via via sempre maggiore. La difficoltà può anche essere personalizzata all’inizio dell’avventura da Facile a Desperado, quest’ultima caldamente consigliata ai veri esperti dei videogiochi strategici.

Il gioco si presenta come un classico strategico con visuale isometrica dall’alto con cui avremo una visione chiara di quello che circonda i nostri personaggi. L’osservazione è fondamentale per capire chi abbiamo intorno, prevedere i loro movimenti e cercare di arrivare alla fine del livello. Il numero di nemici è sempre sproporzionato rispetto a quello dei personaggi principali. Dovremo dunque affrontare decine e decine di cowboy arrabbiati e armati, stando bene attenti a non farci scoprire. Le azioni furtive (stealth) sono infatti indispensabili per attirare i nemici dove vogliamo, ucciderli silenziosamente e nasconderne i corpi; sparare all’impazzata non aiuterà.

Oltre il numero di nemici esageratamente alto, dovremo infatti prestare attenzione alle munizioni a disposizione, sempre troppo poche. Per questo motivo è necessario utilizzare le abilità dei personaggi nonché gli elementi dell’ambiente come sassi, dinamite o cavalli imbizzarriti, il tutto senza la comodità del gioco a turni.

Combinazioni micidiali

Siamo infatti davanti ad uno strategico in tempo reale, dove ogni azione imposta al personaggio viene effettuata seduta stante. Questo ci costringe a calcolare e prevedere le azioni dei nemici. Per farlo abbiamo a disposizione un gran numero di meccaniche di gioco classiche, ma efficaci. Possiamo infatti esaminare il raggio visivo dei nemici o da che distanza il colpo di pistola della nostra revolver può essere sentito. Tutto ciò ci permette di avere un pieno controllo della mappa e agire passo dopo passo verso il compimento del nostro obiettivo.

È però presente la modalità resa dei conti grazie alla quale possiamo bloccare il tempo e avere così la possibilità di dare ordini ai membri del gruppo. Una volta terminata la resa dei conti, i personaggi si muoveranno contemporaneamente facendo tutto ciò che abbiamo programmato.

Sbagliare è ovviamente inevitabile e vi ritroverete, come noi, a dover ripetere una determinata azione più e più volte. Per questo motivo abbiamo a disposizione un sistema di salvataggio e caricamento rapido che può essere effettuato in qualsiasi momento (almeno a difficoltà normale). Abbiamo così modo di perfezionare sempre di più le nostre mosse fino a raggiungere la perfezione. Ogni missione mette però a disposizione una serie di obiettivi secondari, necessari per completare il gioco al 100%. Alcuni dei quali prevedono il completamento del livello senza mai salvare la partita il che aumenta non solo il grado di sfida ma anche la rigiocabilità.

John Cooper è tornato e non è solo

Una delle caratteristiche che abbiamo più apprezzato è la presenza di molti personaggi giocabili, ciascuno con una propria personalità e abilità uniche. Oltre a Cooper, che incarna al meglio la classica immagine del pistolero armato di doppia pistola e coltello, troviamo anche:

  • Il Dottor McCoy, in gradi di curare se stesso e gli alleati e di attirare i nemici verso una determinata zona con la propria borsa da lavoro. McCoy è anche un abilissimo cecchino in grado di eliminare un nemico a lunga distanza
  • Hector Mendoza, un rozzo e simpatico individuo armato di ascia che gli permette di eliminare una determinata tipologia di nemici con un colpo solo. Hector è anche un esperto di trappole e viaggia sempre in compagnia di Bianca la sua potente tagliola
  • Kate O’Hara, abile ingannatrice in grado di travestirsi e passare inosservata tra i nemici e all’occorrenza, usare il proprio fascino per distrarli. Dove non arriva la sua bellezza, ci pensa la sua minipistola in grado di eliminare i nemici discretamente
  • Isabelle Moreau, un’esperta nell’arte del voodoo in grado di controllare la mente dei nemici. Isabelle può infatti obbligarli a compiere le azioni che lei desidera o legare due nemici ad un solo destino

A queste abilità principali si affiancano anche delle caratteristiche più nascoste ma altrettanto importanti. Per esempio, la possibilità di sollevare i corpi dei nemici per nasconderli e non dare nell’occhio è comune a tutti i personaggi ma, a seconda della loro stazza, agiranno in modo diverso. John può infatti sollevare un corpo senza problemi mentre McCoy può soltanto trascinarlo diventando molto più lento e facilmente individuabile. Elementi sottili ma interessanti che arricchiscono ulteriormente le varie meccaniche di gioco.

Desperados III
Desperados III
Developer: Mimimi Games
Price: 49,99 €

Grafica e audio

Dal punto di vista tecnico Desperados 3 vanta uno stile particolare che pecca, però, dei limiti del motore Unity. Il livello di dettagli potrebbe non soddisfare le alte aspettative a cui noi videogiocatori contemporanei siamo abituati ma una ricchezza di colori e scenografie sempre diverse sono riuscite a “distrarci”. Nelle varie missioni avremo infatti modo di esplorare le meraviglie che il far West ci riserva, non solo deserti con il rotolacampo nomade, ma anche aree verdeggianti e città.

Anche i suoni e gli effetti audio ricalcano alla perfezione quelli che avremmo potuto sentire a quel tempo con una colonna sonora degna di uno spaghetto western. Completa il tutto un ottimo doppiaggio in inglese, supportato da sottotitoli italiani, che contribuisce a dare anima ai personaggi.

Durante la nostra prova di Desperados 3 per questa recensione, non abbiamo inoltre mai incontrato gravi tipologie di bug o glitch salvo alcune imperfezioni grafiche, tutto sommato, di poco conto.

Desperados 3 recensione:In conclusione

Desperados 3 rappresenta un grande ritorno nello scenario dei videogiochi strategici che è riuscito ad introdurre nuove meccaniche interessanti senza stravolgere i capitoli precedenti. 

La scelta di realizzare un prequel fa si che il gioco risulti godibile sia dagli appassionati della serie, che ritroveranno vecchi amici, sia da chi deve ancora conoscere il valore di John Cooper. Un mix ben calibrato di strategia, azioni e tutto il fascino del vecchio West.

Desperados 3

Pro Pros Icon
  • Personaggi ben caratterizzati
  • Ambientazioni affascinanti
  • Alto livello di difficoltà e rigiocabilità
  • Nuove meccaniche interessanti...
Contro Cons Icon
  • ...anche se poche
  • La storia tarda ad ingranare
  • A tratti particolarmente difficile

Daniele Cicarelli

author-publish-post-icon
Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link