fbpx
NewsTech

Digit: il robot per le consegne di Ford e Agility Robotics

L’automazione sembra essere ormai il destino predeterminato per molti lavori e occupazioni. E se con l’avvento della guida autonoma è facile vedere come in futuro non vedremo più persone alla guida di camion e furgoni commerciali, anche il ruolo di fattorino potrà essere rimpiazzato da una sua versione robotica. Almeno, questi sono i piani di FordAgility Robotics per il loro nuovo robottino Digit, fattorino robotico in grado di consegnare pacchi e pacchetti bene quanto un umano.

Digit, il robot di Ford e Agility Robotics

La soluzione di consegna visionata dalle due compagnie vede in tandem un furgoncino delle consegne, capace di guidarsi da solo, ed un robot, capace di portare il pacco dal veicolo alla vostra porta di casa. Il design del robot, vincolato anche dalla necessità di ripiegarsi dentro al veicolo, è a dir poco particolare. Ai fan di Star Wars non sarà sfuggita una somiglianza con i drodi de “La minaccia fantasma“, dispiegati durante la Battaglia di Naboo.

 

Considerazioni estetiche a parte, Digit sarà in grado di portare pacchi pesanti fino a circa 18 kg su qualunque terreno, declivio e scala, senza limitazioni particolari rispetto ad un essere umano. Ad aiutare il robottino a navigare lo spazio sarà anche il furgone Ford Transit Connect, dotato di sensori per la guida autonoma in grado anche di analizzare l’ambiente circostante e di condividere le informazioni con il suo compagno androide.

Dr. Ken WashingtonChief Technology Officer presso Ford, ha scritto in un post su Medium: “Un veicolo a guida autonoma è capace di creare una mappa dettagliata di ciò che è intorno a lui, quindi perché non condividere i dati con Digit, invece di farli ricreare da zero da quest’ultimo? Dopotutto, sia Digit che il veicolo a guida autonoma devono sapere dove sono nel mondo, dove devono andare e come arrivarci”.

L’accoppiata furgone-robot è per ora ancora in sperimentazione, ma dal video dimostrativo è possibile vedere come la tecnologia sia già in una fase abbastanza avanzata. È quindi totalmente possibile che nei prossimi anni questo tipo di consegne diventi disponibile anche per il grande pubblico. Un’altro settore “strappato” agli umani dall’automazione? Vedremo. Per ora ci godiamo i video buffi e un po’ inquietanti di questi robot semi-umanoidi.

Via
Autoblog
Fonte
Medium
Tags

Giovanni Natalini

Chi mi conosce mi definisce come una persona 'entusiasta' e 'appassionata': scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi. A tempo perso, sto finendo una laurea magistrale in Ingegneria Elettronica.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker