fbpx
MotoriNews

La digitalizzazione può supportare la ripresa del settore automotive

Il parere di Massimiliano Grippaldi, Regional Sales Manager di PFU Italia

La pandemia ha avuto effetti evidenti sull’economia comportando un netto rallentamento del settore automotive. Per supportare la ripresa del settore automotive italiano sarà necessario sfruttare tutte le risorse disponibili. In particolare, la digitalizzazione rappresenta un fattore determinate in un processo di ripresa che non può essere rimandato. A sottolineare quest’aspetto è Massimiliano Grippaldi, Regional Sales Manager di PFU Italia.

Puntare sulla digitalizzazione per sostenere la ripresa del settore automotive

A causa della pandemia, mette in evidenza Grippaldi, diversi processi del settore automotive si stanno digitalizzando. Dai processi di scelta e acquisto dell’auto fino ad arrivare alle iscrizioni alla scuola guida, il digitale diventa sempre più importante per il settore che non può prescindere dall’implementazione di tecnologie avanzate di automazione e digitalizzazione. I processi tradizionali, sostiene Grippaldi, devono diventare più efficienti e la digitalizzazione può agevolare questa trasformazione.

L’arrivo dei millennial

Entro il 2025, inoltre, quasi la metà degli acquirenti di auto saranno “millennial” ed il settore automotive deve farsi trovare pronto, adeguando la sua struttura alle esigenze ed alle preferenze della nuova clientela. Digitalizzare i processi è, quindi, molto importante e il settore non può farsi trovare impreparato.

La trasformazione digitale del mondo automotive, in tutte le sue fasi e fino ad arrivare alle procedure di vendita, vera e propria base del business, è fondamentale. Nel corso del tempo, la clientela sarà sempre più abituata ai canali digitali e il settore dovrà adeguarsi rapidamente per non restare indietro.

Offerta

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button