fbpx
AttualitàCulturaNewsTech

Donald Trump lancerà un nuovo social network chiamato Truth Social

Il social è stato creato per "resistere alla tirannia di Big Tech", dice Trump in un comunicato stampa

L’ex Presidente Donald Trump ha annunciato il lancio imminente di un nuovo social network chiamato Truth Social. L’obiettivo primario del nuovo social network è quello di “opporsi alla tirannia di Big Tech”, secondo un comunicato stampa che si presume provenga da una delle sue aziende.

Truth Social, il nuovo social network di Donald Trump

Il Trump Media and Technology Group, che ha fatto l’annuncio, ha detto che il social network inizierà con un lancio beta limitato a novembre. Un rollout più ampio è previsto per il primo trimestre del 2022. TMTG ha accettato di fondersi con Digital World Acquisition Group, una società di Miami quotata al Nasdaq, per formare una nuova società presieduta da Trump, secondo il comunicato stampa.

“Ho creato Truth Social e TMGT per oppormi alla tirannia di Big Tech”, ha detto Trump nel comunicato stampa inviato ai media. “Viviamo in un mondo in cui i talebani hanno libertà di parola su Twitte ma mettete a tacere il vostro presidente americano preferito. […] Sono entusiasta di condividere presto i miei pensieri su Truth Social e di combattere contro Big Tech”.

L’uso di Twitter da parte di Trump ha ridefinito la politica, permettendogli di scavalcare i media tradizionali per cercare di prendere in mano la narrazione politica. Tuttavia Twitter ha bannato Trump l’8 gennaio, due giorni dopo che una folla di suoi sostenitori ha preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti in una pericolosa rivolta.

Twitter aveva rivelato di aver bannato Trump “a causa del rischio di ulteriore incitamento alla violenza”.

A marzo Jason Miller, un consigliere senior di Trump, ha detto a Fox News che l’ex presidente sarebbe tornato con una propria piattaforma di social media. Trump ha iniziato il suo blog ufficiale a maggio ma lo ha chiuso un mese dopo. Inoltre sia Twitter che Facebook hanno bannato Trump dopo la sommossa mortale di Capitol Hill a gennaio.

Trump e Twitter: una storia senza fine

L’ex presidente ha fatto causa a queste piattaforme insieme a Twitter, sostenendo la censura e le violazioni del primo emendamento, anche se il primo emendamento si applica al governo, non alle aziende private come i siti di social media. Trump ha da tempo sostenuto senza prove che le aziende discriminano la destra, un’accusa che le aziende hanno ripetutamente negato.

Nonostante la creazione di una nuova piattaforma di social media, Trump non ha abbandonato Twitter.

Di recente Trump ha chiesto a un giudice distrettuale degli Stati Uniti di concedere un’ingiunzione preliminare che ripristinerebbe il suo account mentre la sua causa contro Twitter si fa strada attraverso i tribunali.

Source
CNET

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button