fbpx
Smart Home

Dyson: purificatore d’aria e aspirapolvere per igienizzare la cucina

Il focus sull'ambiente che sarà più occupato nelle case degli italiani nei prossimi mesi

Dyson pensa alle cucine degli italiani e non solo. In vista dell’arrivo dei mesi più intensi dell’anno a livello domestico, la global techonology company ha lanciato sul mercato due prodotti innovativi. Andiamo a scoprirli.

Il periodo delle feste è alle porte e una delle abitudini preferite degli italiani è dedicare del tempo alla preparazione di piatti della tradizione, o anche solo passare più tempo in casa con amici e familiari. Secondo una ricerca condotta da Toluna per Dyson – con l’obiettivo di indagare abitudini e atteggiamenti degli italiani in cucina – in media sono 2 le ore passate ai fornelli durante la settimana, ma aumentano se si considerano il weekend o le festività. Passiamo infatti una media di 3 ore in cucina il sabato o la domenica e addirittura 7-8 ore durante festività come il Natale.

Quello che non tutti sanno è che l’aria della cucina può essere inquinata, proprio a causa dei fumi di cottura o di alcune modalità di preparazione dei cibi. Secondo la ricerca sopra menzionata la principale preoccupazione in cucina è rappresentata dagli odori, ma anche dalla presenza di batteri, funghi e muffe. Tra le modalità di cottura preferite in Italia è al primo posto la preparazione di carne o pesce alla griglia o alla piastra, seguita dalla cottura al forno e dalla bollitura; un italiano su due non può rinunciare alla frittura.

Ma cosa accade realmente nell’aria della nostra cucina? L’emissione di inquinanti da cottura dipende da diversi fattori. Per fare alcuni esempi, le emissioni di particelle fini variano a seconda del metodo e della temperatura di cottura, della tipologia di fornelli, della padella o pentola che scegliamo di utilizzare, dell’olio da cucina e del sistema di ventilazione utilizzato.

La frittura, implicando il riscaldamento degli ingredienti in olio o grasso ad alte temperature, può rilasciare particolato fine e ultrafine e l’olio utilizzato può emettere alti livelli di idrocarburi policiclici aromatici. O ancora, la doratura, come grigliare le bistecche o tostare il pane, può sembrare il momento in cui il cibo ha l’odore migliore, ma quell’odore è causato dai composti rilasciati durante la cottura, come particolato e composti organici volatili. In generale, i metodi di cottura a base di acqua come la bollitura o la cottura a vapore rilasciano una quantità inferiore di particolato.

Parlando di alimenti ci sono alcuni fattori che possono essere collegati all’emissione di inquinanti; per esempio, la carne magra produce meno particolato rispetto alle altre tipologie di carne.

Pensiamo anche ad alcuni prodotti utilizzati per la pulizia delle superfici, che possono contenere COV: il limonene, uno dei composti che conferisce ai prodotti per la pulizia una profumazione agli agrumi, può reagire con l’ozono naturale in casa per creare formaldeide, un gas potenzialmente nocivo, 500 volte più piccolo rispetto al particolato PM 0,1 e particolarmente difficile da catturare.

Gli accorgimenti da adottare per ridurre l’inquinamento indoor sono svariati, per esempio possiamo scegliere di utilizzare prodotti per la pulizia senza additivi, assicurarci della corretta manutenzione dei fornelli o del forno, o evitare di fumare in casa. Ma anche la tecnologia gioca un ruolo fondamentale:

• La gamma di purificatori Dyson cattura il virus H1N1 e il 99,95% delle particelle fino a 0,1 micron come allergeni, batteri, pollini e spore di muffa. Grazie alla tecnologia Dyson Air MultiplierTM i purificatori Dyson sono in grado di muovere 290 litri di aria purificata al secondo e garantire quindi un ricircolo continuo dell’aria.

Oltre che alla purificazione dell’aria è importante prestare attenzione anche alla pulizia approfondita di pavimenti e superfici. La polvere domestica è una complessa matrice di particelle, fra cui cellule di pelle morta, capelli, acari della polvere, feci di acari della polvere, batteri, virus, muffa, piccoli insetti e altre fibre. Queste particelle invisibili possono avere un impatto sul nostro benessere, per questo è importante rimuovere al meglio la polvere. Questa è la ragione per cui in Dyson abbiamo studiato la polvere per quasi 20 anni; i nostri ingegneri e microbiologi lavorano insieme per progettare apparecchi che non solo rimuovono con facilità sporco e detriti visibili dalle nostre case, ma raccolgono e separano le particelle microscopiche dalla polvere domestica mantenendo l’ambiente pulito e igienizzato:

  • La gamma di aspirapolvere Dyson – progettata per rispondere a diverse esigenze di pulizia grazie a modelli dal formato small al formato large – è ideale per mantenere gli spazi domestici perfettamente puliti. Tutto questo grazie alle ultime innovazioni tecnologiche, all’ampia disponibilità di accessori che permettono di pulire anche gli angoli più difficili da raggiungere e alla tecnologia di filtrazione avanzata a 5 strati Dyson, che cattura il 99,99% di particelle fino a 0,3 micron per espellere aria più pulita.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button