fbpx
NewsVideogiochi

Nel 2021 l’E3 sarà un evento digitale

Dopo la cancellazione dell'edizione del 2020, l'E3 potrebbe tornare in una versione digitale nel 2021

L’emergenza Covid-19 ha avuto un impatto incredibile sugli eventi dal vivo. Eppure, la Entertainment Software Association – ESA – non sembra essere intenzionata ad annullare l’edizione E3 2021, come accaduto per quella del 2020. Ed anzi, l’associazione starebbe già lavorando ad un evento completamente digitale, con tre giorni di live-streaming e appuntamenti suddivisi tra premiazioni, anteprime e discorsi di apertura dei principali editori. Insomma, una versione nuova dell’evento, che cercherà comunque di rispettare a pieno la sua natura.

E3, l’edizione del 2021 sarà completamente digitale

In questi giorni l’Entertainment Software Association ha condiviso un’interessante dichiarazione con alcuni portali del settore, confermando che sta lavorando per “trasformare l’esperienza dell’E3 per il 2021“. Non ci sono ancora dettagli specifici al riguardo, ma sembrerebbe che l’organizzazione possa fornire qualche informazione più chiara nei prossimi mesi. D’altronde, rendere disponibile l’edizione di quest’anno è pressochè essenziale, soprattutto considerando che nel 2020 l’ESA si è vista costretta ad annullare l’evento per via dell’emergenza Covid-19.

Ma gli editori non hanno perso la speranza di fronte alla cancellazione di uno degli appuntamenti più importanti dell’industria videoludica. Ed hanno così deciso di muoversi in autonomia per non perdere il contatto con il pubblico. Con il supporto di Twitch, Geoff Keighley – presentatore dei The Game Awards – ha organizzato il Summer Game Fest, permettendo a sviluppatori e piccole compagnie di mostrare i propri giochi in anteprima. E proprio lunedì, ha confermato che tornerà anche nel 2021, nonostante l’edizione digitale dell’E3.

Anche se l’ESA non ha ancora rilasciato notizie certe riguardo l’evento. Sembra abbastanza ovvio che si farà, soprattutto per via delle pressioni delle grandi aziende sull’associazione. Nintendo e Sony, ad esempio, sono state tra le prime ad allontanarsi dall’appuntamento dopo l’edizione annullata del 2020. Ma finchè non riceveremo notizie certe dalla stessa società organizzatrice dell’E3, non possiamo sapere cosa accadrà davvero. La speranza, in questo caso, è l’ultima a morire.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button