fbpx

Elon Musk impianterà un chip nel vostro cervello

Elon Musk è un uomo dalle mille risorse, un genio che punta a spingere l’umanità verso nuove frontiere nel tentativo di dare vita e corpo ad una visione, la sua, che sembra ispirata ai grandi classici della letteratura fantascientifica. Dopo aver fondato Tesla per portare le auto a guida autonoma nelle nostre vite e dopo […]


Elon Musk è un uomo dalle mille risorse, un genio che punta a spingere l'umanità verso nuove frontiere nel tentativo di dare vita e corpo ad una visione, la sua, che sembra ispirata ai grandi classici della letteratura fantascientifica.

Dopo aver fondato Tesla per portare le auto a guida autonoma nelle nostre vite e dopo gli sforzi compiuti con SpaceX con l'intento di trasportare uomini e donne su Marte, Eleon Musk ha deciso di fare un altro enorme passo avanti creando Neuralink. La nuova società pare voglia rendere possibile l'impianto di minuscoli device all'interno del cervello umano, device che dovrebbero permetterci di diventare più smart e di tenere il passo con le moderne intelligenze artificiali. Come? Ad esempio espandendo la nostra memoria.

Il compito di Neuralink non sarà quindi particolarmente facile, soprattutto perché, allo stato attuale, i progressi fatti dalla scienza in questo campo sono pochissimi. Gli unici impianti che vengono inseriti nel nostro encefalo infatti sono degli elettrodi progettati per controllare gli effetti di malattie come il Parkinson, l'epilessia e altri disturbi neurodegenerativi; una procedura che ad oggi coinvolge un numero davvero esiguo di pazienti per via della sua pericolosità e dell'invasività del processo.

Insomma, prima di essere pronto ad inserire dei chip del nostro cervello per caricare e scaricare informazioni, Elon Musk dovrà fare ancora molta strada.

Voi cosa ne pensate di questa sua nuova iniziativa? Siete pronti a trasformarvi in Johnny Mnemonic?


Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link