fbpx
NewsTech

Facebook ha accidentalmente perso la sua guida per la moderazione

Scopriamo insieme cosa succede

Di recente Facebook ha rivelato di aver accidentalmente perduto una parte della sua guida per la moderazione. Scopriamo insieme tutti i dettagli di questa strana situazione.

Facebook e la guida per la moderazione: che succede?

Instagram ha accidentalmente vietato un post, andando contro quanto deciso dal Facebook Oversight Board, un organo semi-indipendente. L’Oversight Board ha rivelato che il sito di proprietà di Facebook non avrebbe dovuto rimuovere un post su Abdullah Öcalan.

Öcalan è un membro fondatore del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK).

Facebook designa Öcalan e il PKK come “entità pericolose” che gli utenti non possono sostenere sulle sue piattaforme. A gennaio, i moderatori hanno applicato questa politica a un messaggio che criticava la detenzione e l’isolamento di Öcalan.

L’utente ha poi fatto appello all’Oversight Board, che ha accettato di esaminare il caso. In seguito a ciò Facebook ha fatto una scoperta a dir poco sconvolgente. Il social “ha scoperto che una parte di guida interna sulla politica degli individui e delle organizzazioni pericolose è stata inavvertitamente non trasferita in un nuovo sistema di revisione nel 2018.”

La politica era stata sviluppata nel 2017 e “consente la discussione sulle condizioni di confinamento per gli individui designati come pericolosi.” Tuttavia la guida interna non è mai stata resa pubblica agli utenti di Facebook o Instagram. Inoltre Facebook si è reso conto di aver abbandonato del tutto le linee guida di moderazione solo quando l’utente ha fatto ricorso.

Questo significa che nel corso degli anni molte conversazioni e discussioni sono state cancellate ingiustamente a causa di questa politica per i moderatori e dell’errore commesso dal gigante social. Al momento Facebook non ha rivelato alcun dettaglio riguardo questa spiacevole situazione ma, in compenso, il post di Öcalan è stato recentemente ripristinato.

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button