fbpx
HotNewsTech

Facebook perde oltre 500 milioni di dati, incluso il numero di Mark Zuckerberg

Tra i dati rubati anche 37 milioni legati agli utenti italiani

Facebook ha perso 533 milioni di dati, inclusi numeri di telefono, informazioni personali, email e molto altro ancora. E’ questo l’ultimo scandalo che ha travolto il colosso americano e che interessa in realtà tutto il mondo. Tra i dati trafugati ce ne sono 37 milioni per la sola popolazione italiana. Praticamente la metà degli iscritti provenienti dal nostro Paese.

Facebook perde 533 milioni di dati

533 milioni di dati. Un numero davvero esorbitante. Praticamente il furto più grosso della storia. E no, non è solo la dichiarazione di qualche anonimo hacker. I file sono già scaricabili e includono nomi, cognomi, numeri di telefono e molto altro ancora. Una violazione della privacy senza precedenti.

A rendere ancora più grave la situazione è il fatto che gli hacker sembrano aver sfruttato una falla nella sicurezza che Facebook aveva dichiarato chiusa nel 2019.

Ma non è tutto. Si parla anche di un bot Telegram che associa il numero di telefono al nome di una persona. Se così fosse l’accesso ai dati sarebbe ulteriormente facilitata, peggiorando una situazione già drammatica.

E ora? Prima di tutto cambiate password al vostro account Facebook e continuate a monitorare i vostri dati. Attenti ad eventuali anomalie e ad accessi anomali.

Tra i dati rubati anche il numero di Mark Zuckerberg

Il furto sembra aver colpito anche Mark Zuckerberg, CEO di Facebook. Stando a quanto indicato dal The Sun, tra i dati finiti in rete ci sono indirizzo, numero di telefono, data di nascita e Facebook ID del fondatore del social network.

Zuckerberg al momento non ha rilasciato alcuna informazione in merito. L’azienda invece ha dichiarato che i dati non sono frutto di una nuova violazione, ma di un attacco avvenuto nel 2019 che ha portato poi alla chiusura dalla falla.
Sarà davvero così?

Offerta
Source
Business Insider

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button