fbpx
NewsSoftwareTech

Basta Facebookers, i dipendenti di Meta si chiamano Metamates

Zuckerberg ha annunciato il nuovo nome, un'altra scommessa sul metaverso

Mark Zuckerberg ha deciso che, ora che Facebook ha effettuato il rebranding diventando Meta, anche i dipendenti cambieranno nome: da Facebookers diventano Metamates. Un’ulteriore prova che l’azienda ora punta tutto sul metaverso.

Niente più Facebookers, i dipendenti di Meta sono Metamates

Gli impiegati di Google si chiamano Googlers, quelli assunti da Amazon Amazonians. Chi lavora per Facebook, fino a ieri era un Facebooker. Ma ora che l’azienda ha cambiato nome, lo cambiando anche i dipendenti di Meta che si chiameranno Metamates.

Mark Zuckerberg, dopo aver annunciato a ottobre il cambio di nome dell’azienda regina dei social che ha co-fondato, ieri ha parlato dei nuovi valori dell’azienda. Cambiando nomi, motto e tutta l’identità aziendale costruita in questi anni (forse per diventata un asset tossico, visti i recenti problemi).

meta terza dose

Il cambiamento infatti non passa solo dal nome. L’azienda scarta alcuni dei motti aziendali del passato come “Be Bold” e “Focus on impact”, cambiandoli leggermente. Infatti arrivano “Build awesome things” e “Focus on long-term impact“, che sono meno pretenziosi e più specifici. E poi ci sono quelli concentrati sul futuro del metaverso, come “Live in Future” e “Meta, Metamates, me”.

In un post su Facebook Zuckerberg ha spiegato che “Ho sempre pensato che per far si che i valori siano utili, devono essere idee su cui buone aziende possono discutere ed enfatizzare in maniera differente. Credo che questi valori catturino come dobbiamo muoverci come azienda per portare in vita la nostra visione”.

Sul post di Zuckeberg, molti dipendenti hanno commentato con pollici alzati e cuoricini. Ma stando ai dipendenti intervistati dal New York Times, privatamente dicono altro. In particolare, molti intervistati si chiedono come cambiare continuamente nome possa giovare al brand. E iniziano a chiedersi se siano scelte volte al futuro oppure se siano l’inizio di un tracollo.

Secondo quanto riporta l’azienda, il termine Metamates è stato coniato dal professore di scienze cognitive all’Università dell’Indiana e Premio Pulitzer Douglas Hofstadter. Che tuttavia ha spiegato di non utilizzare alcun social media. Chissà se il suono nome sortirà l’effetto sperato da Meta.

Bestseller No. 1
Meta Quest 2 - Visore VR All-In-One - 256 GB
  • Vivi un'esperienza senza interruzioni, anche nel mezzo di azioni ad alta velocità, con il processore ultrarapido e il...
  • Vivi un'immersione totale con l'audio posizionale 3D, l'hand tracking e il feedback tattile che, insieme, rendono sempre...
  • Esplora un universo in espansione con oltre 250 titoli tra giochi, fitness, attività social/multiplayer e...
Source
The New York Times

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button