fbpx
RecensioniRecensioni TechTech

La recensione di Fossil Gen 6: una settimana tra lavoro e karate

Uno smartwatch performante ed elegante.. ma solo per poche ore

A pochi giorni dal suo debutto ufficiale, abbiamo auto la possibilità di provare il nuovo smartwatch Fossil Gen 6 e ve ne raccontiamo i dettagli nella nostra recensione. Abbiamo provato la luccicante e appariscente versione con quadrante ricco di brillanti e cinturino in silicone viola. La stessa versione è presente nei modelli con cinturino in acciaio, rosa e color canna di fucile. Il prezzo è di 299€ per la versione in silicone e 329€ per quella in acciaio. Sono disponibili anche altre versioni con un quadrante decisamente più sobrio, per gli amanti dello stile più contenuto. In linea generale abbiamo un dispositivo che fa affidamento su Wear OS e su uno Snapdragon Wear 4100 Plus.

Un dispositivo che mette insieme eleganza, ma anche potenza. Siete curiosi di scoprirne tutti i dettagli? Continuate a leggere la nostra recensione di Fossil Gen 6.

Fossil Smartwatch Gen 6 da Donna in Acciaio, Color Oro Rosa...
  • Wear OS by Google è supportato su telefoni con Android (esclusi l'edizione Go e i telefoni senza Google Play Store) o...
  • 24 ore, vari giorni in modalità estesa, varia in base all’uso e dopo l’installazione degli aggiornamenti; cavo dati...
  • Display sempre attivo, luminoso e con colori; diversi quadranti per personalizzare il tuo look e vedere l’ora; app...

Fossil Gen 6 recensione: fatto per apparire

Iniziamo la nostra recensione di Fossil Gen 6 con l’analisi del suo look, che non passa di certo inosservato. Abbiamo un quadrante con una forma molto classica, tondeggiante e con tre pulsanti sui lati. Lo stile ricorda molto quello di un orologio comune. Come accennato, abbiamo provato la versione con il quadrante ricco di brillantini e il cinturino viola. Si tratta di una versione sicuramente appariscente che, personalmente, ho molto gradito. Per coloro che necessitano di una versione più “sobria”, non ci sono problemi, esistono anche versioni meno stravaganti. I pulsanti laterali permettono di accedere alle diverse applicazioni all’interno dello smartwatch, non solo attraverso la pressione, ma anche con la rotazione. Sempre sulla cassa del quadrante, dal lato opposto ai pulsanti, troviamo anche un piccolo speaker.

Per quel che concerne il display, invece, abbiamo un bellissimo AMOLED da 1,28 pollici, con una risoluzione di 416 x 416 e una densità di pixel di 328. L’immagine è veramente bella, nitida, pulita, chiara e luminosa. Si tratta di uno schermo bello da vedere e anche parecchio ampio. Anche in situazioni di luce, non abbiamo mai fatto fatica a leggere l’ora indicata. Piccolo appunto per la cornice esterna: lo schermo, infatti, non raggiunge i margini più estremi sul quadrante. Tra display e bordo, abbiamo ancora una cornice nera che, su alcuni sfondi si nota abbastanza. Forse, nella colorazione nera, questo dettagli passa in secondo piano, ma in questo particolare modello è ancora decisamente vistosa.

Il lato tecnico del Fossil Gen 6

Per quel che concerne la parte tecnica, il Fossil Gen 6 presenta un chipset Snapdragon Wear 4100 Plus e 1 GB di RAM. Abbiamo anche un buono spazio di archiviazione da 8 GB. Tutto questo hardware consente allo smartwatch di avere ottime performance, sia a livello di applicazioni, sia nel passaggio dall’una all’altra. Buono anche il touch che non ci ha dato particolari problemi, sebbene la rotella laterale sia indispensabile per avere un miglior controllo nel menù. Per quanto riguarda la parte software, abbiamo il Wear OS 2, mentre sappiamo che, l’aggiornamento al Wear OS 3, arriverà solo nel 2022.

Se sul lato delle specifiche tecniche ci siamo, quello che fa storcere un po’ il naso è la batteria. La ricarica è veloce, ma anche la sua durata è molto breve. Abbiamo indossato lo smartwatch a piena potenza e, purtroppo, abbiamo faticato ad arrivare a fine giornata. Quello che salva le performance è la funzione di risparmio energetico che, mettendo a display praticamente solo l’orario, permette di avere una resa di almeno un giorno in più. Personalmente, trovo che questo particolare sia abbastanza di impatto perché non permette di usufruire di tutte le funzioni a pieno senza pensieri.

Tanti sensori a disposizione

Sebbene non si possa classificare questo smartwatch come un orologio orientato verso il fitness, le funzioni non mancano di certo. Durante la nostra recensione abbiamo portato il Fossil Gen 6 nei nostri allenamenti e abbiamo cercato di testarne le funzionalità. A livello di ingombro non abbiamo avuto troppi problemi: certo, non si tratta di una band compatta e leggera, ma neanche di un accessorio impossibile da sopportare. I pulsanti non sono troppo sporgenti e permettono comunque buoni movimenti. Lo abbiamo usato durante le nostre lezioni di karate e siamo riusciti a sfruttarlo per buona parte dell’allenamento.

Lo smartwatch ha a disposizione dei sensori per il rilevamento dei battiti cardiaci e il monitoraggio dell’ossigenazione. Quest’ultimo è abbastanza preciso, ma deve essere fatto prendendo tutte le accortezze richieste, o ci mostrerà dei valori errati. Grazie alla sua partnership con Google, sarà possibile usufruire di tutta la suite di Google Fit, compreso Fit Workout per il monitoraggio dell’attività. Oltre a questo potremo tracciare il sonno, monitorare la respirazione e altro ancora.

Fossil Gen 6 recensione sfondo

Fossil Gen 6 recensione: siamo pronti ll’acquisto?

Anche questa volta siamo giunti al termine della nostra recensione di Fossil Gen 6. Il nostro verdetto? Siamo rimasti sicuramente molto soddisfatti delle sue caratteristiche tecniche, che rendono lo smartwatch decisamente performante. È abbastanza semplice da usare, anche se, per alcuni frangenti, meno intuitivo di altri modelli più semplici. Le funzioni e le funzionalità sono tante e diverse e funzionano tutte molto bene. Il display è bello, chiaro, pulito e molto visibile in tutte le condizioni di luce.

La vestibilità è molto buona e anche a livello estetico abbiamo avuto una piacevole sorpresa. Il look è bello, deciso, elegante e appariscente. Siamo rimasti poco soddisfatti dalla durata della batteria, che, per noi, è la pecca più grossa. Attendiamo, infine, l’aggiornamento a Wear OS 3, che ci darà sicuramente altre soddisfazioni.

Fossil Smartwatch Gen 6 da Donna in Acciaio, Color Oro Rosa...
  • Wear OS by Google è supportato su telefoni con Android (esclusi l'edizione Go e i telefoni senza Google Play Store) o...
  • 24 ore, vari giorni in modalità estesa, varia in base all’uso e dopo l’installazione degli aggiornamenti; cavo dati...
  • Display sempre attivo, luminoso e con colori; diversi quadranti per personalizzare il tuo look e vedere l’ora; app...

Giulia Garassino

Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metal Slug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata. Il gioco su cui ho speso più ore? Battlefield, che domande! Eppure, una grandissima fetta del mio cuore è occupata da Fable, amore di vecchia data. Dimenticavo, ho provato così tante tastiere che, ad occhi chiusi, potrei dirvi che switch montano!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button