fbpx
MotoriTech

Garmin presenta la sua nuova linea di Dash Cam smart

Garmin ha lanciato la sua nuova linea di dash cam, le fotocamere da parabrezza che vi potrebbero aiutare a chiarire un eventuale sinistro stradale. Chiamate Dash Cam 46, Dash Cam 56Dash Cam 66WDash Cam Mini, questi dispositivi, oltre a registrare sono in grado di assistere il guidatore grazie ad una serie di funzionalità smart.

Garmin Dash Cam

Ma perché, in primo luogo, avere una dash cam sul proprio cruscotto? Solo in Italia, ogni anno si verificano 175.000 incidenti, in cui purtroppo 250.000 persone rimangono ferite. In questi casi è importante avere a disposizione strumenti utili a diminuire le controversie. Avere un’adeguata copertura assicurativa non è più sufficiente per proteggere chi è colpito, direttamente o indirettamente, da un incidente automobilistico. La cosa più intelligente che un automobilista possa fare è dotarsi di una Dash Cam, un testimone silenzioso che, installato sul parabrezza, registra a ciclo continuo tutto ciò che accade, così da poter poi utilizzare le immagini per chiarire le dinamiche di un eventuale sfortunato sinistro.

Le quattro nuove dash cam, Dash Cam 46, Dash Cam 56, Dash Cam 66WDash Cam Mini, sono tutte dotate uno schermo TFT da 2″, tranne per la Mini, abbastanza piccola da poter essere montata dietro lo specchietto retrovisore. Il campo visivo di ripresa è per tutte di 180°, con la capacità di registrare filmati HD estremamente nitidi, grazie anche alla tecnologia Clarity HDR.

I filmati sono salvati su una SD Card, e le registrazioni più vecchie, una volta riempita la memoria, sono sovrascritte, a meno che la fotocamera stessa non le ritenga importanti. I dispositivi sono infatti dotati di un sensore G (accelerometro) in grado di rilevare urtifrenate improvvise e di salvare la registrazione in maniera che sia protetta dalla sovrascrittura.

Tra le funzioni di assista alla guida, troviamo il FCW (Front Collision Warning) e il LDW (Lane Departure Warning). Il FCW controlla la distanza del veicolo davanti a noi, avvertendoci se si avvicina troppo a noi, mentre LDW avverte il conducente se per sbaglio sta invadendo la corsia opposta. Infine, per quando siamo in coda, la funzione GoAlert ci avverte quando il veicolo di fronte comincia a muoversi.

Per la connessione con il proprio smartphone, le dash cam di Garmin dispongono sia di Bluetooth che di Wi-Fi, in modo da facilitare la sincronizzazione con l’app Garmin Drive. Dall’applicazione è possibile effettuare la riproduzione contemporanea “Picture-in-Picture” dei filmati da più dash cam, per un massimo di 4, in modo da osservare un determinato evento da diversi angoli di ripresa.

Infine, esclusa la Dash Cam Mini che si attiva automaticamente, i driver potranno anche sfruttare le funzionalità di controllo vocale dei nuovi dispositivi: esclamando “Ok, Garmin” gli utenti potranno avviare e interrompere le registrazioni audio, gestire la modalità Travelapse™ o scattare foto della carreggiata senza la necessità di staccare le mani dal volante.

Le nuove Garmin Dash Cam 46, Dash Cam 56, Dash Cam 66W e Dash Cam Mini sono disponibili a un prezzo consigliato al pubblico compreso tra i 129,99 €, per il modello Dash Cam Mini, e i 249,99 €, per la Dash Cam 66W. Maggior informazioni disponibili sul sito ufficiale.

Tags

Giovanni Natalini

Chi mi conosce mi definisce come una persona 'entusiasta' e 'appassionata': scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi. A tempo perso, sto finendo una laurea magistrale in Ingegneria Elettronica.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker