fbpx
News

Ghali è ora il primo artista italiano su YouTube per numero di iscritti

Sono le ore 15.30 di venerdì, 2 febbraio 2018. A una settimana dalla sua uscita, la videoclip Cara Italia totalizza 11 milioni di visualizzazioni, 423.000 like e 32.000 commenti, diventando così il video musicale italiano con il miglior risultato di sempre – in termini di engagement – nelle sue prime 24 ore su YouTube.

Un incredibile successo per Ghali, uno degli artisti più popolari della scena musicale italiana, che raggiunge però un altro importante record: 1.385.000 iscritti al suo canale YouTube. Il rapper è così diventato il cantante italiano più seguito sulla celebre piattaforma.

Ghali conquista YouTube in Italia e in altri paesi

Nel 2017, l'artista milanese di origini tunisine ha raggiunto la maggiore crescita di iscritti su YouTube, contando ben 800.000 utenti iscritti al suo canale. Complessivamente, le videoclip pubblicate dal rapper hanno generato più di 366 milioni di visualizzazioni, partendo dal giorno dell'apertura del canale.

Il merito va attribuito ai brani di maggior successo di Ghali, come Ninna Nanna, che conta oggi più di 76 milioni di visualizzazioni, seguito immediatamente da Happy Days (57 milioni), Dende (44 milioni) e Wily Wily (28 milioni). Questi video sono stati condivisi più di cinque milioni di volte sui vari social network, attirando l'attenzione di centinaia di migliaia di visitatori provenienti da 200 diverse aree geografiche, principalmente Italia e Tunisia.

Come già accennato, l'ultimo successo di Ghali è stato il singolo Cara Italia, il cui video è stato pubblicato su YouTube lo scorso 27 gennaio. La clip è apparsa nei trend di cinque paesi, Italia, Tunisia, Svizzera, Algeria e Marocco, ed è già il video di Ghali più commentato in assoluto, con il 98% di like – la percentuale più alta mai raggiunta tra i suoi post.

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button