fbpx
News

Olimpiadi in Giappone: si faranno?

I giochi olimpici 2021 sembrano a rischio ancora una volta

La fattibilità dei giochi olimpici 2021 in Giappone è ancora oggetto di forti incertezze da parte del governo nipponico. Nonostante il fermo ottimismo del comitato preposto rimangono diversi dubbi sull’organizzazione in sicurezza delle Olimpiadi nelle date previste, ovvero dal 23 luglio all’8 agosto.

Sembrano essere gli stessi giapponesi a non vedere di buon occhio lo svolgimento dei giochi sul territorio nazionale, che secondo l’opinione pubblica potrebbe facilmente portare ad un nuovo boom di contagi.

Olimpiadi 2021: il Giappone tentenna

A poco meno di 100 giorni dal via ufficiale delle Olimpiadi 2021, il Giappone sembra non essere ancora del tutto pronto ad ospitare l’evento sportivo più importante del mondo. Lo dimostrano i dati sui contagi da Covid-19, che hanno tristemente inaugurato la quarta fase della pandemia nelle terre del sol levante.

Tokyo, Kyoto, Osaka e Hygo sono entrate pochi giorni fa in un nuovo stato emergenziale proprio per via degli alti numeri della pandemia, cosa che sta rendendo sempre più rumorose le proteste di chi definisce l’organizzazione della competizione come un rischio inutile.

Intanto l’apertura dei giochi olimpici continua ad essere fissata per il 23 luglio e, se si faranno, sarà la prima volta che verranno organizzati a porte chiuse, ovvero senza pubblico straniero.

Giappone Olimpiadi

Ciò nonostante, è evidente che un evento di una magnitudine tale attirerà comunque migliaia persone sul suolo giapponese, tra addetti stampa e le delegazioni delle varie nazioni partecipanti. E’ evidente quindi che il rischio di un picco di contagi c’è ed è anche estremamente concreto, nonostante il governo giapponese abbia rassicurato a più riprese che le Olimpiadi verranno effettuate in totale sicurezza.

C’è da dire che il Giappone è riuscito a contenere l’emergenza sanitaria in modo più efficiente rispetto a molti altri paesi. Questo anche grazie al sistema di tracciamento dei positivi e alla campagna di sensibilizzazione, che ha sortito effetti più che apprezzabili su tutta la popolazione.

L’unica falla nel piano della nazione erano le varianti.

Giappone assediato dalle varianti del Covid-19

E’ dal 6 marzo che la curva dei contagi in Giappone è ripresa a salire, e da allora è rimasta in crescita. La nuova fase pandemica è in larga parte dovuto all’insorgere delle varianti del Coronavirus, difficili da contenere per via del loro alto tasso di contagiosità.

La nuova ondata sta colpendo in particolare la prefettura di Osaka, in cui è stata cancellata la cerimonia del passaggio della torcia olimpica. A Osaka si concentra anche il maggior numero delle varianti fra inglese, sudafricana e brasiliana.

In tutto il Giappone il 22 aprile sono stati registrati più di 5.000 casi, solo duemila in meno rispetto al picco di gennaio, in piena terza ondata, anche se il numero di decessi rimane abbastanza basso. Se la situazione può già sembrare critica, a questo va ad aggiungersi anche un notevole ritardo sulla campagna vaccinale, dovuta in larga parte alla cautela con la quale le autorità giapponesi si approcciano alla questione.

giappone olimpiadi

I vaccini vengono infatti testati uno ad uno a livello locale, un iter utile ad eliminare tutte le controindicazioni, ma che ha avuto come naturale conseguenza il fatto che solo all’1% dei giapponesi è stato somministrato il vaccino, per ora.

Per questo il primo ministro, Yoshihide Suga, ha imposto lo stato di emergenza, anche per via dell’approssimarsi della Golden Week, una settimana di festa in cui i giapponesi ne approfittano per svagarsi o tornare dalle proprie famiglie. Cosa ovviamente sconsigliabile al momento.

Le olimpiadi, già rinviate l’anno scorso, sembrano quindi di nuovo a rischio.

Le olimpiadi 2021 in Giappone si faranno?

Difficile rispondere precisamente a questa domanda.

Come dicevamo in apertura sono gli stessi giapponesi a remare contro l’organizzazione delle Olimpiadi. Ben il 75% della popolazione infatti è convinta che possa mettere ulteriormente a rischio la nazione, già provata dalla lotta contro le varianti.

Il governo dal canto suo sta rimandando la decisione finale, forse nella speranza che la situazioni dei contagi migliori nella prossima settimana, e non è chiaro se almeno agli spettatori locali verrà concesso di presenziare alle Olimpiadi.

Intanto la presidente del comitato organizzatore delle Olimpiadi, Seiko Hashimoto, ha condiviso una stima sul fabbisogno del personale medico per assicurare la sicurezza delle competizioni. Si parla di circa 10.000 addetti, un numero che sembra eccessivo per il sistema sanitario giapponese.

giappone olimpiadi

Detto questo è anche importante sottolineare che un eventuale cancellazione delle Olimpiadi sarebbe devastante dal punto di vista politico per il Giappone. Basti pensare che il prossimo anno le Olimpiadi Invernali saranno ospitate in Cina. In un modo o nell’altro questa edizione dei giochi sembra essere una trappola per il sol levante.

Se verranno cancellate il paese si macchierà con l’onta del fallimento, se si faranno invece è realistico immaginare che ci saranno diversi problemi legati al Covid. Non ci resta che scoprire quale di queste due strade il governo giapponese deciderà di intraprendere.

Razer Kraken X 7.1 Virtual Surround Sound Cuffie per il...
  • COMFORT ULTRA-LEGGERA: E se ti dicessimo che è possibile vivere un'esperienza di gioco completa senza avere la...
  • AUDIO POSIZIONALE PRECISO E PULITO: Dotate di software audio surround 7.1, che ti consente di usufruire di un audio...
  • COSTRUZIONE ERGONOMICA ULTRA-LEGGERA DA 250 G: La struttura estremamente leggera con la quale sono state progettate crea...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button