fbpx
AttualitàCulturaNews

Giovane studente in Corea del Nord viene fucilato per aver venduto copie di Squid Game

Il governo della Corea del Nord ha arrestato sette giovani per aver guardato Squid Game. Lo studente che ha diffuso le puntate è stato invece condannato a morte e fucilato.

Corea del Nord : la tragica esecuzione di uno studente reo di aver diffuso Squid Game

La Corea del Nord prende molto sul serio la propria politica isolazionista, ed è severamente vietato introdurre nel Paese e visionare film stranieri, soprattutto quelli di Hollywood. Infatti, proprio nelle scorse ore, il regime ha arrestato e condannato a morte uno studente nordcoreano. Il giovane era tornato da un viaggio in Cina con una chiavetta usb contenente le puntate della celebre serie sudcoreana Squid Game. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, il giovane avrebbe venduto i filmati ad altri studenti. Tuttavia nel farlo è stato colto sul fatto dai servizi militari della Corea del Nord. A quel punto, come conferma anche AdKronos, le autorità lo hanno arrestato e fucilato.

Radio Free Asia riferisce che anche altri sette studenti, colpevoli di aver visionato le puntate, sarebbero stati tutti arrestati. Uno di questi sarebbe stato condannato all’ergastolo, mentre gli altri sei dovranno scontare ben cinque anni di lavori forzati.

Secondo AdKronos gli arresti sono avvenuti nella provincia settentrionale di Hamgyong, al confine con la Cina. “Tutto è iniziato la scorsa settimana quando uno studente delle superiori ha acquistato di nascosto una pennetta USB contenente Squid Game e ha poi guardato lo show con uno dei suoi migliori amici in classe”, ha detto una fonte delle forze dell’ordine nella provincia di North Hamgyong al servizio coreano di Rfa.

AdKronos riporta anche che si tratta della prima applicazione della legge sull’Eliminazione del pensiero e della cultura reazionaria, in un caso che coinvolge minori. La legge prevede la pena di morte per la visione, la conservazione o la distribuzione di media provenienti da paesi capitalisti, in particolare da Corea del Sud e Stati Uniti.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button