fbpx
NewsTech

Google annuncia uno strumento per identificare le condizioni della pelle

L'azienda ha mostrato lo strumento durante I/O e potrebbe essere lanciato quest'anno

Google ha recentemente presentato un nuovo strumento in grado di identificare le condizioni della propria pelle utilizzando la fotocamera del cellulare. Si tratta, molto semplicemente, di un tool che utilizza l’intelligenza artificiale per aiutare le persone a identificare le condizioni della pelle, dei capelli o delle unghie. L’azienda spera di poter lanciare una prima versione entro la fine dell’anno.

La fotocamera di Google aiuterà ad identificare le condizioni della pelle

fotocamera Google identificazione pelle

Secondo quanto annunciato, le persone possono usare la fotocamera del loro telefono per scattare tre foto della zona problematica. In seguito gli utenti dovranno rispondere a una serie di domande sul loro tipo di pelle e altri sintomi. Lo strumento fornisce quindi una lista di possibili condizioni problematiche della pelle, composto da un set di 288 campioni. Non è destinato a diagnosticare il problema, ha detto l’azienda in un post sul blog.

Google ha deciso di approfondire questo argomento utilizzando l’intelligenza artificiale a causa della sua importanza, dice Karen DeSalvo, lo Chief Health Officer di Google Health. “Le persone usano Google per fare domande sulle condizioni della pelle. Riceviamo circa 10 miliardi di richieste annuali sulle condizioni della pelle”, ha detto in un’intervista a The Verge.

Gli esperti possono aiutare le persone a determinare se si tratta di qualcosa di tranquillo o più grave, ma c’è una carenza di dermatologi in tutto il mondo. DeSalvo spera che questo strumento possa aiutare le persone a ottenere informazioni accurate su potenziali condizioni della loro pelle in modo rapido, senza dover passare ore a fare ricerche online.

Il team allena il modello su milioni di immagini di pelle con problemi, migliaia di immagini di pelle sana e 65.000 immagini da ambienti clinici. Il modello prende in considerazione fattori come età, tipo di pelle, sesso e razza quando suggerisce possibili condizioni.

Il nuovo sistema si basa su un vecchio lavoro di Google e utilizza strumenti di intelligenza artificiale per identificare le condizioni della pelle. L’azienda ha pubblicato la prima bozza del suo sistema di apprendimento in Nature Medicine la scorsa primavera. Quel documento ha dimostrato che il sistema potrebbe identificare 26 condizioni comuni della pelle con la stessa precisione dei dermatologi e più accuratamente dei medici di base.

Per concludere Google sta anche lavorando con un team di ricerca della Stanford University per testare il funzionamento dello strumento in un ambiente sanitario. Per ulteriori informazioni potete consultare il sito ufficiale.

Source
The Verge

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button