fbpx
Tech

Google I/O 2018: saranno questi gli annunci dl keynote?

Mancano ormai poche ore all'inaugurazione del Google I/O 2018, festival dedicato agli sviluppatori che si terrà dall'8 al 10 maggio nel cuore di Mountain View, California.

Cresce l'attesa per il keynote che inaugurerà questa nuova edizione, evento che ci consentirà di dare uno sguardo alle prossime novità made by Google. Tutti gli occhi sono puntati su Android P, la futura versione del popolare OS mobile, ma tra i possibili annunci potrebbero (ri)apparire anche Wear OS, Android Auto e molto altro.

Oggi cerchiamo di fare chiarezza raccogliendo in un unico articolo tutti i potenziali reveal a cui potremmo assistere il prossimo 8 maggio, ordinandoli dai più ai meno probabili e basandoci sui rumor e le indiscrezioni diffuse in rete nelle ultime ore

Android P: la seconda Developer Preview

La presenza di Android P al Google I/O 2018 è piuttosto scontata, dopotutto la società è solita svelare le nuove versioni del sistema operativo proprio in occasione della sua conferenza annuale. Altrettanto prevedibile è il lancio della Developer Preview 2, ovvero della open beta che consentirà a tutti i possessori degli ultimi device Google – Pixel e Pixel 2, nello specifico – di provare in anteprima la prossima versione di Android.

Va ricordato, infatti, che durante l'evento del 2016 c'è stato il lancio della seconda preview dedicata agli sviluppatori di Android Nougat, mentre il 2017 è stata la volta di Oreo.

Tra le principali novità che saranno introdotte da Android P va menzionata la rimozione dei classici pulsanti di navigazione a favore di un unico pulsante, che sarà affiancato da una serie di nuove gesture con le quali simuleremo le funzionalità dei tasti rimossi. Si vocifera inoltre della presenza del cosiddetto Material Design 2.0 – già integrato parzialmente in alcuni servizi di Google – e un nuovo sistema di gestione delle notifiche.

I nomi ufficiali delle nuove versioni di Android vengono solitamente svelati nel mese di agosto, pertanto non ci aspettiamo di scoprire la vera identità di Android P durante l'I/O 2018. In ogni caso, gli indizi trapelati in rete rimanderebbero alla presunta Pineapple Cake – torta d'ananas, letteralmente. Vi piacerebbe come nome?

Wear OS: in arrivo la versione 3.0?

Aspettiamoci novità in arrivo anche sul fronte dei device wearable, ovvero Wear OS. Potrebbe essere un'ottima occasione per assistere alla presentazione della versione 3.0 della versione indossabile di Android, già presente nell'attuale programma del Google I/O 2018 alla voce "What's new in Wear OS by Google".

Dalla futura versione di Wear OS gli utenti si aspettano, tanto per cominciare, un migliore supporto ai dispositivi iOS e magari un aggiornamento dell'interfaccia utente.

Meno probabile sarebbe la presentazione di nuovi smartwatch realizzati da Google e che integrerebbero la nuova versione di Wear OS. Se ci fosse un nuovo device in programma per l'I/O 2018 ne avremmo certamente sentito vociferare, almeno.

Novità previste per Android Auto

A proposito del planning di Google legato all'I/O 2018, Android Auto appare in ben tre sessioni dedicate agli sviluppatori. Cosa bolle in pentola?

È lo stesso software integrato nei nostri veicoli a suggerirci le possibili novità tramite l'app relativa alla conferenza di maggio, che accenna a "nuove esperienze multimediali per Androdi Auto, sia per lo schermo del tuo telefono che per il display della tua auto".

Ci si aspetta una maggiore integrazione degli attuali servizi di Google – Assistant, Play Music, Gmail, Maps – nel sistema di Android Auto, ma la Grande G non potrà non cogliere tale occasione per attirare l'attenzione degli altri sviluppatori sul suo software.

Chrome OS: maggiore supporto a Play Store

"What's new in Android apps for Chrome OS", lo schedule del Google I/O 2018 fa riferimento anche al versatile sistema operativo realizzato dal gigante di Mountain View per le macchine della famiglia Chromebook.

Tra le novità più recenti abbiamo assistito all'integrazione delle app di Android tramite Play Store, un supporto che potrebbe ricevere un ulteriore miglioramento in occasione dell'evento di maggio, come suggerisce il titolo della sessione per i developer.

Google Assistant continuerà ad evolversi

I più attenti sapranno già che Google Assistant riceverà una serie di corposi aggiornamenti nel corso del 2018. L'assistente virtuale di Mountain View sta divenendo sempre più popolare su tutti i dispositivi mobile e (soprattutto) smart home e la Grande G avrebbe intenzione di migliorarlo ulteriormente con un più ampio supporto multilingua – sono previste più di 30 nuove lingue supportate – e altre pratiche integrazioni.

Agli incontri del Google I/O 2018, la società potrebbe approfondire le funzionalità legate alle Routine e altre possibili feature che possano migliorare l'esperienza d'utilizzo quotidiana. Tra queste, ricordiamo, ci sarebbe un'opzione che consentirà agli utenti di attivare l'assistente chiamandolo con determinati nomi – non sarà più necessario ripetere "OK, Google" per ricevere una risposta dall'IA.

E a proposito di Google Home? Con gli aggiornamenti di Google Assistant potremmo accogliere anche nuovi modelli di smart speaker. I rumor punterebbero sul presunto smart display targato Google Home, che farebbe dunque concorrenza all'Echo Show di Amazon.

Realtà Virtuale e Realtà Aumentata

Ampio spazio sarà infine dedicato alla realtà virtuale e alla realtà aumentata, due tecnologie su cui Google ha concentrato non pochi sforzi negli ultimi anni, partendo dalla piattaforma Daydream e passando per l'ormai defunto Project Tango.

Il punto d'arrivo sarà ARCore, un ambiente di sviluppo che consentirà ai creatori di realizzare nuove esperienze immersive in modo semplice e immediato, da integrare successivamente su Android tramite la pubblicazione su Play Store – che, nel momento in cui scriviamo, conta già 60 applicazioni basate sul kit di ARCore.

Sul fronte della virtual reality riappare il già citato Daydream, che potrebbe ricevere nuovi headset standalone e novità inerenti al software. Non va comunque ignorata la notizia di qualche settimana fa circa l'acquisizione di Lytro, società specializzata nella produzione di fotocamere plenottiche e nell'applicazione della tecnologia light-field nel campo della VR.

E questo è quanto possiamo attenderci dal Google I/O 2018. Certo, i rumor che anticiperebbero la conferenza di martedì 8 maggio non si esaurirebbero qui – si parla persino di un nuovo dongle Android da collegare alla TV – ma le novità appena elencate rientrerebbero tra i reveal più plausibili. Voi cosa ne pensate?

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button