CulturaNews

Diamo il benvenuto a Google One e ai nuovi piani di cloud storage

Google ha deciso di aggiornare il suo piano dedicato al cloud storage, offrendo agli utenti nuove e più convenienti opzioni per espandere il proprio spazio d'archiviazione. La società ha dunque annunciato Google One, ovvero il nuovo punto di riferimento per tutto ciò che concerne l'archiviazione online, che sarà dunque legato a Google Drive, Gmail e Photos.

Tra le novità introdotte da Google One troviamo un nuovo piano mensile (2.99$ per 200 GB) e un consistente taglio di prezzo per il più popolare piano da 2 TB, che passa da 19.99$ a 9.99$ al mese. Il servizio verrà lanciato nelle prossime settimane negli Stati Uniti, mentre noi italiani dovremo attendere qualche mese in più.

Google One, un'unica piattaforma per lo storage online

Per la Grande G non si tratta solo di un semplice cambio di nome, ma di un importante upgrade per l'offerta di cloud storage indirizzata agli internauti.

Se gli utenti non vorranno accontentarsi dei 15 GB gratuiti proposti da Google Drive, con Google One potranno accedere a una più stratificata serie di offerte che potranno addattarsi alle loro esigenze. Si parte dal piano base di 100 GB fino ad arrivare ai 30 TB mensili di archiviazione online, passando per il nuovo (conveniente) piano da 200 GB e per il generoso taglio di prezzo che interessa il già citato piano da 2 TB.

Diamo uno sguardo ravvicinato all'intera offerta di Google One:

  • 100 GB per 1.99$ al mese
  • 200 GB per 2.99$ al mese (nuovo piano mensile)
  • 2 TB per 9.99$ al mese (prima a 19.99$)
  • 10 TB per 99.99$ al mese
  • 20 TB per 199.99$ al mese
  • 30 TB per 299.99$ al mese

Nel caso in cui abbiate bisogno di maggiore spazio d'archiviazione online potrete creare un gruppo Famiglia e convidere il piano di storage selezionato con altri quattro membri. Lo stesso sistema viene attualmente impiegato per la sottoscrizione a YouTube Red, Google Play Music e altri servizi offerti dal colosso di Mountain View.

Come già anticipato poco fa, inizialmente la disponibilità di Google One sarà limitata al solo territorio statunitense, dove approderà nel corso dei prossimi mesi. Quando la nuova piattaforma sarà rilasciata in Italia, per gli utenti già iscritti ad un piano di Google Drive a pagamento ci sarà l'upgrade automatico a Google One.

Tags

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker