fbpx
NewsTech

Le criptovalute arrivano su Google Pay

Coinbase annuncia il supporto a Google Pay

Buone nuove per gli amanti delle criptovalute: ora è possibile aggiungere la carta Coinbase all’account Google Pay per i pagamenti wireless. Ad annunciarlo è stato lo stesso Coinbase, che qualche settimana fa ha confermato che le sue carte – fisiche e digitali – sono ora supportate da servizi come Google ed Apple Pay. Per il momento, però, la carta di debito Visa non è ancora disponibile per tutti, nonostante abbiate già un account Coinbase attivo. Se necessario, potete iscrivervi ad una lista d’attesa per averla, ma ci sarà sicuramente da aspettare.

Google Pay: arrivano le criptovalute con Coinbase

Ora puoi utilizzare la tua carta Coinbase con Apple Pay e Google Pay per rendere ancora più semplice spendere criptovalute a casa e in viaggio. A partire da questa settimana, inviteremo i clienti statunitensi selezionati fuori dalla lista d’attesa a iniziare a guadagnare fino al 4% in premi crittografici. Se sei già in lista d’attesa per Coinbase Card, riceverai presto un invito a fare domanda. Se non sei in lista d’attesa, iscriviti qui“. Così riporta Coinbase nel suo blog.

Gli utenti dovranno quindi fare richiesta per avere una carta, e poi avranno la possibilità di collegarsi al proprio Google o Apple Pay. In questo modo avranno la possibilità di vedere le transazioni sul conto proprio come con una carta tradizionale emessa da una banca o una cooperativa di credito. Per il momento, soltanto gli utenti degli Stati Uniti potranno effettivamente sfruttare questo sistema per i pagamenti in criptovalute, dove saranno selezionate persone che riceveranno il 4% di ricompense in criptovalute per ogni acquisto idoneo. Nonostante questo, gli utenti dovranno pagare una commissione del 2.5% ogni volta che effettueranno un pagamento utilizzando questa carta. Riflettendoci, quindi, potrebbe non essere così conveniente dal punto di vita economico. Ma a voi le valutazioni.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button