fbpx
AttualitàCulturaLifestyleNews

Green Pass per il COVID-19: cos’è e come funziona

Il certificato sarà disponibile per il download sull'app Immuni e IO

Il Green Pass o COVID Pass, è un particolare documento cartaceo e digitale che permette a tutti di viaggiare e partecipare ad eventi. Scopriamo insieme tutti i dettagli di questo documento, dove è possibile scaricarlo, quando e a cosa servirà nello specifico.

Il Green Pass per il COVID-19 è in arrivo

Al momento in Italia, qualora si decida di viaggiare o andare in qualche luogo, è necessario provare di essere in salute. È possibile provarlo certificando di aver effettuato un tampone con risultato negativo, di aver ottenuto la prima dose di vaccino oppure mostrare il referto che attesta che si è guariti dal COVID-19.

Il Green Pass può essere considerato come un passaporto che permette agli abitanti di qualsiasi Paese di viaggiare in Europa e partecipare ad eventi. Di conseguenza i cittadini non dovranno sottoporsi ad ulteriori tamponi o quarantene. Questo documento, disponibile in formato cartaceo o digitale, attesterà una delle tre opzioni riportate qui sopra: la prima dose di vaccino, la completa guarigione oppure il tampone negativo.

Il rilascio del certificato è affidato alle autorità nazionali. Il certificato potrebbe quindi essere rilasciato dagli ospedali, dai centri di test o dalle autorità sanitarie. Oltretutto sarà anche possibile scaricarlo sul proprio smartphone.

Al momento, secondo quanto affermato dal Presidente Draghi, il documento italiano sarà disponibile da metà giugno. Questo significa che a partire da luglio i cittadini potranno viaggiare senza problemi. In realtà la situazione è leggermente più complicata di quanto si possa pensare perché per poter scaricare il documento e attestare il vero è necessaria una piattaforma.

Questa piattaforma deve essere in grado di ricevere dati su vaccini, tamponi e referti di avvenuta guarigione da tutte le fonti coinvolte e convalidarli per permettere ai cittadini di poter viaggiare. Scopriamo insieme ulteriori dettagli su questa piattaforma e in che modo scaricare il certificato.

Quando entrerà in vigore il certificato e come scaricarlo

Al momento non sappiamo ancora attraverso quale piattaforma verranno effettuati i controlli. Tuttavia sappiamo con certezza che il Green Pass sarà disponibile sotto forma di codice QR. Di recente è stato annunciato che la versione digitale del Pass potrà essere scaricato anche attraverso le applicazioni Immuni e IO. In alternativa, sarà disponibile un sito web che ancora non è stato specificato o annunciato.

Il modo in cui funzionerà questo codice QR è piuttosto semplice: il cittadino, attraverso una delle due applicazioni, dovrà salvare sul proprio smartphone il codice che, in seguito, dovrà essere mostrato alle Forze dell’Ordine che lo leggeranno attraverso un’altra applicazione – la quale riferirà loro se il certificato è valido o meno.

Attraverso IO gli utenti non devono fare molto poiché riceveranno il certificato direttamente sulla loro applicazione dopo aver fatto la visita, ricevuto l’esito del tampone o dopo aver fatto il vaccino. La situazione è leggermente differente per Immuni ma non temete. In questo caso l’utente riceverà un codice dopo aver effettuato tampone, visita o vaccino che, successivamente, dovrà inserire sull’applicazione insieme al numero della sua tessera sanitaria. Infine Immuni genererà il codice QR che potrà essere salvato sul proprio smartphone.

Secondo quanto annunciato il certificato entrerà ufficialmente in vigore il 1° luglio e avrà una durata di 12 mesi. Il suo nome ufficiale non sarà Green Pass ma EU Digital COVID Certificate. Ci teniamo a ricordare che il certificato non sarà una precondizione per poter viaggiare in Europa poiché i cittadini possono circolare liberamente ma il suo scopo è quello di facilitare i vari spostamenti.

Come accennato prima, possedere il certificato permetterà all’utente di evitare la quarantena e tamponi obbligatori. Tuttavia se il Paese in cui si decide di andare lo riterrà necessario, per salvaguardare la salute pubblica, saranno introdotte ulteriori misure restrittive. Vi consigliamo quindi di controllare sempre, prima di partire, che il Paese da voi scelto non abbia introdotto ulteriori restrizioni.

Per ulteriori informazioni potete consultare il sito ufficiale della Commissione Europea.

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button