fbpx
FeaturedNews

Un errore su Excel potrebbe aver cancellato 16000 casi Covid dal database della Gran Bretagna

Un errore nel trasferimento dei dati dei contagi potrebbe aver fatto sparire ben 16mila casi Covid dal database inglese

Un errore nell’utilizzo di Microsoft Excel sembrerebbe essere stato più che fatale per il conteggio dei casi Covid in Gran Bretagna negli ultimi giorni. Stando a quanto riferito dal The Guardian, ben 15841 test positivi sarebbero stati esclusi dal conteggio dei contagi quotidiani per via di alcune limitazioni dello strumento di Microsoft riguardo all’inserimento dei dati. La responsabilità è della PHE – Public Health England -, che ogni giorno registra a mano i casi positivi individuati nei laboratori del Paese.

Un’abitudine insolita se consideriamo i numerosi strumenti digitali a disposizione della sanità inglese. Ma basta pensare che nei primi mesi della pandemia questi dati venivano raccolti per via telefonica, e con l’aiuto di carta e penna. Quindi, per quanto possa sembrare obsoleto, l’utilizzo dei fogli Excel è da considerarsi una conquista. Ma cosa è andato storto allora? Come si sono persi quasi 16mila contagi nel passaggio di dati dai laboratori alla PHE?

Gran Bretagna, un errore su Excel fa scomparire 16mila casi Covid dal database della PHE

Suona come un racconto ironico, eppure non lo è. A quanto pare, nelle ultime due settimane sarebbe stato fatto un grosso errore su Excel da parte della PHE, che avrebbe così falsato i numeri dei contagi in Gran Bretagna. Un laboratorio avrebbe inviato i suoi dati alla sanità inglese attraverso un file CSV, un formato semplice composto esclusivamente da valori separati da virgole. Per poterlo inserire in Microsoft Excel, il file è stato convertito, e questo ha fatto sì che si perdessero molti dei dati forniti dal laboratorio. Un file CSV, infatti, può avere qualunque dimensione, mentre un file Excel può essere lungo 1048576 o 65536 righe. Questo significa che, convertendo un formato in un altro, le ultime righe di dati sono state tagliate, facendo così perdere migliaia di contagiati dal conteggio finale della sanità inglese.

Un errore minuscolo, dalle conseguenze gigantesche. Basti pensare che gli inglesi contagiati sono andati in giro senza sapere di esserlo, incrementando così la diffusione del Covid-19. E questo spiegherebbe bene l’impennata dei contagi della scorsa domenica rispetto a quelli di sabato: i numeri sarebbero passati da 12872 a 22961. Ben 10mila contagiati in più, che sicuramente potrebbero essere attribuiti all’errore della PHE. Ma non c’è da prendersela con Excel. Nonostante si tratti di uno degli strumenti di calcolo più utilizzati al mondo, non sempre riesce a garantire prestazioni ottimali quando viene usato per funzionalità per cui non è stato progettato. E siamo certi che il conteggio dei contagi non sia tra queste.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button