fbpx

Migliaia di Chromecast sono stati hackerati. Per chi non sapesse cosa sia, si tratta del famoso dongle economico di Google che, collegato alla TV, permette di mostrare contenuti multimediali su quest’ultima tramite il nostro smartphone, tablet o pc. Non è la prima volta che la chiavetta di Big G viene messa sotto attacco dagli Hacker (già successo nel 2014 e nel 2016), ma questa volta l’azienda californiana si è dichiarata non colpevole, ma facciamo un passo per volta.

Chromecast hackerati: cosa è successo?

Il Chromecast funziona collegato alla nostra rete Wi-Fi e, nei giorni scorso, i vari possessori hanno dichiarato di esseri ritrovati un avviso che gli metteva in guardia sulla sicurezza in rete e li invitandoli inoltre a iscriversi al canale YouTube di Pewdiepie. Un modus operandi che non risulta essere particolarmente nuovo: lo scorso mese infatti un attacco hacker ha compromesso 50.000 stampanti a livello mondiali usando lo stesso sistema e chiedendo agli utenti ad iscriversi al medesimo canale.

I due hacker coinvolti sembrano aver fatto tutto ciò per mettere in guardia gli utenti su una falla di sicurezza, ma secondo Google i loro dispositivi non c’entrano nulla. L’azienda californiana, intervistata da TechCrunch, ha affermato che il problema risiede nei router e che può essere risolto disattivando il sistema UPnP.

Speriamo che qualcuno si prenda la colpa, e cerchi di metterci una pezza E voi siete stati vittime di questo attacco? Fatecelo sapere!


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Mattia Pierelli

author-publish-post-icon
Digital Life: vivo di pane e tecnologia. Lavoro come blogger da più di 5 anni e aiuto tutti gli inesperti tech della mia zona!