fbpx
audio

Una ricerca HARMAN rivela cosa aspettarsi dal futuro dell’audio


In occasione dell’IFA 2019, HARMAN International ha commissionato una nuova e approfondita ricerca sulle attuali abitudini di ascolto e cosa aspettarci dal futuro dell’audio. Dal suono sempre più personalizzato all’implementazione dell’Intelligenza Artificiale, ben 6 persone su 10 sono interessate a una più alta personalizzazione o controllo della musica. Lo studio analizza inoltre la relazione tra videogiochi e musica, nuovi modi di vivere i concerti e altro ancora. La ricerca si spinge poi a capire quali sono le caratteristiche che diventeranno importanti nei prossimi anni, come il suono 3D e l’interfaccia utente-voce.

Forse meglio di chiunque altro, HARMAN sa quanto è importante la musica. Per più di 70 anni, HARMAN ha continuamente cercato di capire gli ascoltatori e dove si trovano – in studio o sul palco, a casa o in macchina – e offrire loro un suono di più alta qualità e un’esperienza di ascolto più gratificante possibile.

audio

“In HARMAN crediamo che la musica aiuti le persone a migliorare la propria vita, consenta loro di sintonizzarsi e godersi attivamente la magia del momento, indipendentemente da dove si trovino. Mentre guardiamo al futuro dell’ascolto, HARMAN è più che mai impegnato a sfruttare la potenza delle nuove tecnologie combinata con il design di grande impatto per offrire esperienze di ascolto sempre coinvolgenti. Soprattutto, continuiamo a dedicarci al nostro obiettivo più alto: aiutare le persone a ottenere il massimo da ogni momento che trascorrono ascoltando”, commenta Dave Rogers, President, Lifestyle Audio at HARMAN.

Un suono personalizzato che piace al mondo

La capacità di personalizzare le preferenze di qualità del suono è particolarmente interessante. Indipendentemente dal contesto, gli intervistati vogliono personalizzare la propria musica. Tre quarti di loro sarebbero interessati ad avere una soluzione “all-in-one” in grado di ricordare e regolare le proprie preferenze di ascolto in base ai diversi ambienti in cui ascoltano la musica, eliminando così la necessità di riconfigurarla in ogni circostanza.

Inoltre, c’è un forte interesse nelle applicazioni IA per personalizzare lo stile musicale. 6 persone su 10 trovano allettante il concetto di personalizzare o controllare la musica. Ad esempio, la possibilità di convertire una delle proprie canzoni preferite in una traccia dance on-the-go.

I videogiochi come ponte per l’ascolto musicale

I videogiochi si sono dimostrati un mezzo per innescare un interesse per l’ascolto della musica: più della metà degli intervistati che giocano ai videogiochi ha scoperto nuova musica mentre giocava. In Corea del Sud, oltre un terzo dei giocatori del campione crede di ascoltare più musica ora giocando ai video games e più della metà afferma di ascoltare una più ampia varietà di musica per l’esposizione a generi diversi attraverso la piattaforma di gioco.

Inoltre, tra i videogiocatori che intendono acquistare cuffie, quasi 1 su 5 lo fa solo o quasi esclusivamente allo scopo di ascoltare musica mentre gioca non legata al videogioco. Il gioco ha quindi stimolato un aumento del consumo di musica così come l’adozione di hardware di alta qualità per un migliore ascolto.

L’ambiente giusto può aumentare il piacere musicale

Tutti sanno che la musica può migliorare l’atmosfera. Ma è vero anche il contrario. Quasi 7 ascoltatori su 10 pensano sia interessante avere un dispositivo audio in grado di controllare il loro ambiente fisico mentre ascoltano la musica per creare l’atmosfera giusta. La possibilità di disporre di un’app per l’ascolto in grado di controllare anche le impostazioni di illuminazione o riscaldamento in casa o in auto interessa all’80% degli intervistati sottoposti all’interno del campione in Corea del Sud.

audio

In confronto, solo la metà degli intervistati in Germania si è dimostrata interessata a questo aspetto. La questione dell’atmosfera è importante anche quando si tratta di musica dal vivo: quasi 6 consumatori su 10 apprezzerebbero guardare più concerti o eventi di musica dal vivo a casa se potessero ricrearne l’ambientazione.

L’ascolto personalizzato di concerti ed eventi è molto apprezzato dai consumatori

Il concetto di indossare cuffie o dispositivi individuali per consentire un’esperienza di ascolto personalizzata (ad es. controllo del volume o regolazione della riproduzione del suono) in occasione di eventi musicali dal vivo è accolto positivamente da più di 6 intervistati su 10, nel complesso. La più alta concentrazione di utenti positivamente interessati si trova in Corea del Sud e negli Stati Uniti.

Il futuro dell’ascolto è incentrato su qualità e personalizzazione

Guardando al futuro, le preferenze dell’ascoltatore sono tutt’altro che incise sulla pietra. In tutti e sei i mercati, il miglioramento della qualità del suono è attualmente il requisito principale, seguito da vicino dalle caratteristiche di cancellazione del rumore e dalla durata/dimensione della batteria. In futuro, i consumatori indicano che il suono 3D/surround, l’interfaccia utente-voce e i dispositivi audio intelligenti diventeranno più importanti, come dimostrano i consumatori in molti paesi che ammettono un interesse crescente per queste tecnologie.

La qualità del suono è fondamentale

Se c’è una cosa su cui quasi tutti gli ascoltatori attualmente concordano, è l’importanza di un suono di alta qualità nell’esperienza di ascolto. Se la musica ha dimostrato effetti positivi sulle emozioni, questi effetti possono essere intensificati o ostacolati dalla qualità del suono. Secondo gli intervistati, una buona qualità del suono scatena emozioni positive come avere l’impressione che la musica prenda vita (60%), sentirsi sollevati (49%) o rilassati (38%), mentre una cattiva qualità del suono innesca emozioni negative come l’insoddisfazione (45%), il fastidio (42%) o la delusione (34%). Inoltre, i partecipanti al sondaggio confermano che il ruolo della qualità del suono nel godimento della musica è destinato a crescere nei prossimi anni.

La giusta attrezzatura audio + nuove tecnologie = migliori esperienze di ascolto future

Le ultime innovazioni tecnologiche possono avere un effetto reale sull’esperienza di ascolto, e gli utenti sembrano esserne consapevoli: funzionalità avanzate come il miglioramento del suono, la cancellazione del rumore, la durata/dimensione della batteria, il true wireless e il controllo vocale sono conosciute e apprezzate. D’altra parte, solo la metà o i due terzi degli intervistati erano a conoscenza della tecnologia di suono immersivo/del suono 3D.

In generale, le persone ritengono che le giuste apparecchiature audio che includano alcune delle tecnologie citate possano migliorare l’esperienza di ascolto, con un punteggio medio di 7 su 10. Tuttavia, gli ascoltatori sono più ricettivi a determinate tecnologie rispetto ad altre. Il rilevamento dell’umore, che legge le emozioni dell’utente, seleziona e riproduce automaticamente la musica in base al loro stato d’animo, finora è stato accolto con giudizi contrastanti.

I commenti degli intervistati sono chiari. Il futuro dell’ascolto sta nelle esperienze audio personalizzate che sono coinvolgenti, intime e messe a punto dall’utente.

Inoltre, HARMAN è lieta di annunciare che il suo brand JBL ha raggiunto l’enorme traguardo di 100 milioni di speaker portatili consegnati nel mondo, rafforzando la sua posizione come leader nell’audio portatile e nella sua categoria (con una quota di volume complessiva del 34,2%).

Celebrando 100 milioni di sorrisi

Per ogni cliente felice, JBL ha un nuovo motivo per essere orgoglioso. Sapere che la musica produce un effetto tangibile e positivo sulla vita delle persone in tutto il mondo, porta JBL a raggiungere un livello ancora più alto, a sognare in grande e a spingere ulteriormente i limiti della qualità del suono e dell’eccellenza del prodotto. Con 100 milioni di speaker consegnati, JBL conta 100 milioni di sorrisi dati agli ascoltatori grazie al potere della musica – un grande motivo per sorridere. Segui la campagna con #100MSmiles

Ispirati dagli ascoltatori

Prestando molta attenzione alle abitudini e allo stile di vita dei suoi utenti, e concentrandosi sugli scenari di vita reale in cui le persone possono aver bisogno di un prodotto audio, JBL ha creato una gamma di prodotti per diversi casi d’uso. Lo speaker portatile JBL Flip ha offerto agli ascoltatori qualcosa di completamente nuovo: un’eccellente qualità audio, in un formato compatto. La combinazione vincente di dimensioni ridotte e suono di qualità, ha reso Flip un successo immediato, superando la concorrenza con oltre 1 milione di unità consegnate nel primo anno. Chiaramente, JBL ha avuto molta risonanza.

Basandosi sul successo di Flip, JBL ha sviluppato altri sei formati di speaker portatili per situazioni specifiche come escursioni, picnic o per andare in spiaggia. Dopo il Flip sono arrivati JBL Clip, JBL Charge, JBL Pulse, JBL Xtreme, JBL GO e, più recentemente, JBL Boombox. Dal suo debutto nel 2012, JBL ha rilasciato un totale di 26 modelli di speaker portatili, ciascuno migliorato e messo a punto per soddisfare le esigenze specifiche degli ascoltatori.

Flip 5 in edizione limitata “Ocean” e “Forest” realizzati in plastica riciclata

Prendendo spunto dagli ascoltatori, il nuovissimo JBL Flip 5 presenta un packaging eco-friendly, e le sue edizioni speciali “Ocean” e “Forest” sono realizzate con materiale plastico riciclato al 90% e sono dotate di una custodia protettiva realizzata con materiali biodegradabili.

L’innovazione mette JBL al comando

Superare le aspettative dei clienti è ciò che guida JBL nello sviluppo dei suoi prodotti e oltre a proporre soluzioni  innovative come la protezione impermeabile IPX7, una batteria ad alta capacità, e il controllo vocale. Gli ingegneri di JBL si pongono domande quali: “come ottenere maggiori prestazioni dei bassi da una soluzione piccola” e “come adattarsi all’ambiente circostante”. Ad esempio, JBL è stato il primo a dotare uno speaker Bluetooth di uno speciale driver ovale la cui area del cono aumentata offre un suono maggiore. Normalmente riservata alle soundbar, questa funzione appare in JBL Charge 4 e Flip 5 ed è testimonianza della passione di JBL per l’acustica. JBL ha anche stabilito un Guinness world record collegando 1000 JBL Flip 4 che riproducono musica da un’unica fonte.

Con oltre 40 ingegneri al lavoro su ogni speaker portatile, ogni nuova versione è progettata per riflettere le preferenze dei consumatori rimanendo fedele al carattere e alla qualità di JBL. Ogni generazione offre al suo pubblico un suono migliore, più audace e una eccellente esperienza utente.

Segui tutte le novità presentate a IFA 2019

[amazon_link asins=’B01MSYQWNY,B07B8SZD79,B01FQVHGSG’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’27802fb7-d001-4ee0-a722-fab644d43d0d’]


Roberta Catania

author-publish-post-icon
Da sempre grande lettrice di libri e fumetti, amante della tecnologia, del cinema e delle serie TV. Nella vita di tutti i giorni mi divido tra il Diritto, la Psicologia e la Criminologia. Personaggio preferito: Barbara Gordon - Citazione preferita "I promise loyalty. I promise secrecy and I promise courage" - Oracle
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link