fbpx
MotoriNews

Honda conferma l’interesse per gli italiani per l’auto ibrida

Sono ancora molti gli automobilisti che dichiarano di non conoscere le tecnologie ibride

Con il quiz “What’s your Gap?”, Honda ha provato ad aiutare gli automobilisti a scoprire che tipologia di guidatori sono e in quanti mesi passeranno ad un’auto ibrida. La casa nipponica ha realizzato anche un’indagine che va a confermare la presenza di un elevato interesse per le soluzioni elettrificate. Nello stesso tempo, però, una buona fetta di automobilisti italiani conferma di non conoscere a fondo le tecnologie ibride.

Gli automobilisti italiani sono interessati all’auto ibrida

Secondo una ricerca commissionata da Honda, il 74% degli automobilisti italiani ritiene che la prossima auto sarà un’auto ibrida. Nonostante questa ferma convinzione, ad oggi, un’ampia fetta degli automobilisti del nostro Paese conferma di non avere molte informazioni sulle tecnologie ibride. Circa il 58% degli automobilisti che guidano una benzina o un diesel ritengono di non saperne abbastanza sull’ibrido e sulle soluzioni di elettrificazione.

Con il quiz “What’s Your Gap?”, Honda prova ad aiutare gli automobilisti italiani a compiere scelte sostenibili ed acquistare una vettura a basso impatto ambientale. Per maggiori dettagli sull’iniziativa e per partecipare al quiz è possibile fare riferimento al sito Honda.

Il commento di Honda

Simone Mattogno, Direttore Generale Auto di Honda Motor Europe Italia, ha dichiarato: “Per ridurre le emissioni di CO2 dobbiamo cambiare il concetto di mobilità, e focalizzarci su tecnologie alternative, meno inquinanti ma con prestazioni simili alle motorizzazioni tradizionali in quanto a piacere di guida.” Secondo il manager di Honda, infatti, è fondamentale rendere sempre più conosciuta la tecnologia alla base dell’elettrificazione.

In particolare, secondo Mattogno, bisogna far comprendere “quanto l’autonomia di un Full Hybrid rappresenti un falso problema, offrendo anzi un vantaggio in termini di efficienza rispetto alle stesse versioni benzina o diesel; a parità di prestazioni, l’autonomia è più elevata e le emissioni più basse”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button