fbpx
FeaturedRecensioniTech

Honor Band 5 recensione: la smartband ultra-economica

Il vero antagonista di Xiaomi Mi Band?

Honor Band 5 è stato presentato la scorsa settimana a Berlino, durante un evento che l’ha visto dividere la scena con l’attesa smart TV Honor Vision e con una serie di interessanti novità software. Una conferenza rapida che ha dedicato solo pochi minuti ad un oggetto che in realtà potrebbe davvero conquistare una buona fetta di mercato. Come? Con un prezzo super aggressivo – solo 29 euro – e poche ma utili funzioni.

Noi l’abbiamo usato intensamente per qualche giorno e ora siamo pronti a raccontarvi pro e contro di questa smartband.

Honor Band 5 recensione: elegante ed invisibile

Honor Band 5 recensione design

Negli ultimi anni ho provato parecchi smartwatch, spesso accomunati da un difetto: le dimensioni. I wearable a cui ci siamo abituati non hanno mai vantato un design particolarmente adatto ai polsi femminili o agli amanti dell’estetica. Un trend che recentemente si sta esaurendo per dare spazio a prodotti eleganti e compatti. Due i filoni che cavalcano la nuova tendenza e l’evolversi della tecnologia: gli smartwatch veri e propri e le ancora più essenziali smartband.

A quest’ultima categoria appartiene Honor Band 5, che mette da parte i complessi e ricchi sistemi operativi degli orologi smart per offrire solo ciò che serve davvero: l’orario, le notifiche in tempo reale e il monitoraggio del nostro benessere.

Honor Band 5 recensione cinturino

Tutto questo in un corpo dalle dimensioni davvero contenute, affiancato da un cinturino in silicone, zigrinato, particolarmente lungo così da adattarsi anche ai polsi più importanti. Non mi ha invece entusiasmato la fibbia, al tatto davvero molto cheap, mentre risulta apprezzabilissimo il peso: vi accorgerete a malapena di portarlo.

Poco da segnalare invece dal punto di vista dell’hardware. L’unica vera chicca è il display AMOLED da 0,95 pollici con risoluzione 240×120 pixel. Lo schermo infatti offre un’ottima luminosità, una buona resa cromatica e una convincente sensibilità al tocco.

L’esperienza d’uso

Lo confesso: i primi due giorni con Honor Band 5 non mi hanno entusiasmato. Il software infatti non era particolarmente reattivo ed era costellato di traduzioni imprecise e spesso assenti. Poi l’aggiornamento. Un piccolo update non solo ha risolto i problemi sopra menzionati ma ha portato con sé anche una grafica decisamente più moderna. Da quel momento ho iniziato davvero ad apprezzare Honor Band 5.

Nel quotidiano si è rivelato reattivo, pronto a notificare tutto ciò di cui ho normalmente bisogno e a monitorare passi, sonno, allenamenti e battito cardiaco. Il tutto contando su un menù ridotto all’osso: vi basta scorrere verso il basso o verso l’alto per passare da una funzionalità all’altra.

L’unica vera nota dolente è rappresentato dalla resa grafica delle notifiche: tutte sono associate alla stessa icona – una lampadina – rendendo di fatto impossibile distinguere tra un’app ed l’altra.

Promossa invece l’applicazione – Huawei Health – che offre tutto ciò di cui avete bisogno senza risultare ridicolmente complessa. La Home funge da ottimo riassunto di quanto registrato da Honor Band 5, la schermata Allenamento è utile per chi vuole fare attività fisica e la scheda Personale mostra gli obiettivi raggiunti, tutti i device connessi e le impostazioni. L’app inoltre vi permette di accedere al menù della smartband, attivando funzioni come Huawei TruSleep – per monitorare la qualità del sonno e la respirazione in tempo reale -, la sveglia, i Promemoria Attività e il Monitoraggio continuo del battito cardiaco.  Insomma, in pochi tap potete raggiungere tutto ciò che vi serve.

Davvero soddisfacente infine la batteria. Una carica completa vi permette di coprire minimo 5/6 giorni di utilizzo, qualcosa in più se disabilitate la registrazione continua della frequenza cardiaca.

Honor Band 5 recensione: comprarla oppure no?

Qualche piccolo difetto ce l’ha ma a 29 euro Honor Band 5 è un vero affare. Compatto, leggero ed intuitivo, questo wearable è perfetto praticamente per chiunque e sì, potrebbe dare davvero del filo da torcere al Mi Band di Xiaomi.

Honor Band 5

  • Leggero e compatto
  • Ottimo display
  • Buona autonomia
  • Software intuitivo
  • App chiarissima
  • Gestione notifiche migliorabile
Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker