fbpx

Huawei Watch GT Active e Elegant: due nuovi varianti per lo smartwatch cinese


PARIGI – Nuovi smartphone, nuovi auricolari e persino nuovi smartwatch. Huawei non si è certo risparmiata. Durante l’evento ospitato dal Paris Convention Centre, il colosso cinese ha presentato Huawei Watch GT Active e Huawei Watch GT Elegant, due nuove edizioni dell’apprezzato wearable dell’azienda. Ma cosa li distingue?

Huawei Watch GT Active ed Elegant: caratteristiche e prezzo

Display da 1,39 pollici e due settimane di autonomia per Active, mentre la versione Elegant vanta un display da 1,2 pollici e una settimana di autonomia. Ad accomunarli la modalità Triathlon, una nuova funzionalità che supporta tre tipi diversi di allenamento: nuoto libero, ciclismo e corsa all’aria aperta. Lo smartwatch è in grado di registrare l’ntero triathlon, compreso il tempo di transizione. La vorreste anche sul vostro Huawei Watch GT Classic o Sport Edition? Tranquilli, un aggiornamento di sistema la renderà disponibile a breve.

A bordo di entrambi anche Huawei TruSeen 3.0, la funzionalità che monitora il battito cardiaco 24 ore su 24 e che vi aiuta a regolare l’intensità dell’esercizio fisico. TruSleep 2.0 invece permette un monitoraggio scientifico del sonno e consente alle persone di verificare l’andamento e la qualità. Lo smartwatch può inoltre fornivi 200 suggerimenti per aiutarvi a dormire meglio.

Huawei Watch GT Active ed Elegant sono accompagnati dai cinturini Fluroelastomer che rendono la struttura dell’orologio più duratura e confortevole. Le colorazioni? Arancione e verde scuro per la Active Edition e bianco e nero per la Elegant Edition.

Veniamo infine ai prezzi: 249 euro per Huawei Watch GT Active e 229 euro per Huawei Watch GT Elegant.

One more thing

Tra le novità presentate da Huawei anche Band 3 Pro, il fitness band con display AMOLED da 0,95 pollici, il monitoraggio della frequenza cardiaca e del sonno e il riconoscimento del nuoto. Il tutto a 79 euro.


Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.