fbpx
LifestyleLusso Connesso

I pagamenti digitali uniscono gli italiani: le nuove abitudini dei consumatori

Una ricerca condotta da Illimity, gruppo bancario ad alto tasso tecnologico, ci fornisce il quadro della situazione in merito ai pagamenti digitali. Ben 99 italiani su 100 ritengono che la tecnologia sia di grande supporto per la gestione delle proprie finanze.

Pagamenti digitali: le abitudini degli italiani

Non c’è dubbio alcuno che l’ultimo anno e mezzo sia stato caratterizzato da enormi balzi in avanti in fatto di abitudini tecnologiche. La pandemia ha decisamente spinto il motore dell’e-commerce e ha radicalmente cambiato il mercato. Questa ha portato l’italiano medio a scoprire nuovi servizi bancari digitali, soprattutto in termini di pagamenti digitali. Ecco allora che, per capire meglio il fenomeno, ci viene in soccorso un’interessante indagine condotta da Illimity.

Dallo studio emerge che ben 99 italiani su 100 ritengono che la tecnologia sia stata di grande supporto durante l’ultimo anno. Gli intervistati ritengono che questa abbia avuto un maggiore impatto su molte categorie. I rispondenti al sondaggio hanno messo al primo posto i pagamenti (82%), seguiti da acquisti personali (75%) e ricerca di  informazioni (72%).

Una maggiore attenzione al budget

Ben 8 persone su  10 dichiarano di aver modificato i propri comportamenti d’acquisto a seguito dell’emergenza Covid 19, incrementando gli acquisti online. Non a caso è un caso che più di 1 italiano su 4 abbia registrato un aumento di spese proprio per l’accesso alla rete internet, per gli abbonamenti tv e l’elettronica. 

Tra i più giovani (18-24 anni) è cresciuta in particolare la necessità di definire a priori il proprio budget da destinare ad ogni tipologia di acquisto. Invece i Millennials (25-39) e Generazione X (40-59) dichiarano di  uscire più raramente per pranzi, cene o aperitivi (32%). Sono i Baby Boomer però (over 60) che  dichiarano di aver messo in atto i comportamenti più virtuosi. Alcuni di questi comprendono l’evitare gli sprechi e acquistare prodotti più sostenibili e a basso impatto ambientale (29%).

Pagamenti digitali con carta o contanti?

Quanto alle abitudini di pagamento digitali, gli italiani dell’era post-pandemica amano usare le carte di credito. Una persona su due ha infatti iniziato ad usarle nei negozi fisici, al posto dei contanti. Tra i motivi di questo trend vi è anche la questione sicurezza: il 32% ritiene importante ridurre i contatti fisici con le banconote. Il 30% ha invece argomentato con motivazioni di praticità e velocità. 

Chi invece preferisce pagare in contanti lo fa principalmente per abitudine (43%) o perchè ritiene di poter gestire meglio le spese in questo modo (38%). Solo il 26% ritiene che pagare cash sia più rapido e semplice rispetto all’utilizzo di carte.

C’è da dire che, in realtà, è proprio la tecnologia ad abilitare un maggior controllo sulle spese e a semplificare la gestione dei risparmi. Basti pensare alle novità introdotte dalla PSD2 che ha reso possibile aggregare diversi  conti correnti e operare sugli stessi da un’unica banca.

Come Illimity si pone in questo scenario

Illimity offre ai propri clienti una gamma completa di servizi basati sull’intelligenza artificiale e dedicati all’analisi, monitoraggio e gestione delle spese e dei propri risparmi. In particolare, il 90% dei 50.000 clienti della banca accede al conto corrente dall’app per monitorare i movimenti (69%) ed effettuare bonifici (41%). Mentre più della metà dei clienti analizza le proprie spese sia da  app che da web e 1 su 5 consulta l’andamento dei propri progetti di spesa.

Quanto agli strumenti di pagamento più utilizzati dai clienti della banca, le carte di credito, debito e prepagate, sono lo strumento preferito da circa il 60% dei clienti.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button