fbpx
Attualità

Il calcio arriva anche su Amazon Prime Video

Il gigante dell'e-commerce ha messo gli occhi sullo sport più amato dagli italiani

Amazon Prime Video e il calcio in Italia: un matrimonio che dopo tanti rumors si è concretizzato anche nel Bel Paese e che all’alba della stagione 2021/2022 è già partito con le prime partite.

Che cosa si può vedere su Amazon Prime Video?

Amazon ha già trasmesso in esclusiva assoluta (con trasmissione via streaming, così come tutti i suoi prodotti) la finale della Supercoppa Europea fra Chelsea e Villarreal, vinta dagli inglesi lo scorso 11 agosto, in quello che è stato definito dai media specializzati un “ottimo battesimo del fuoco” per il gruppo fondato da Jeff Bezos, mentre nelle prossime settimane trasmetterà – con cadenza settimanale, indicata nel mercoledì sera – 16 partite della UEFA Champions League 2021/2022, che saranno così suddivise: 2 gare dei playoff (o preliminari), 6 della fase a gironi, 4 degli ottavi di finale, 2 dei quarti di finale e 2 delle semifinali.

Amazon Prime Video e il calcio: quanto costa l’abbonamento?

Amazon Prime Video è incluso senza alcun esborso aggiuntivo nella sottoscrizione annuale al servizio Prime, che costa 36 euro all’anno. Per abbonarsi, inoltre, c’è anche la possibilità di una tariffazione mensile del valore di 3,99 euro da pagare ogni 30 giorni: in entrambi i casi, con un solo account, è possibile seguire lo stesso evento da due dispositivi in contemporanea.

Dove tutto è cominciato

La visione del calcio in streaming, anche in Italia, ormai sta diventando una costante. La Serie A da quest’anno e per il prossimo triennio sarà tutta su DAZN, con Sky che avrà tre partite in co-esclusiva visibili non solo classicamente in tv ma anche su Sky Go e Now: ma per quanto riguarda Amazon Prime Video, da dove arriva questo interessamento?

La data fatidica è il 26 dicembre 2019, il campionato di riferimento la Premier League inglese. Il “Boxing Day”, così come viene chiamato oltremanica il giorno di Santo Stefano, il terreno di caccia dove misurarsi e andare a strappare sottoscrizioni importanti in uno dei turni di riferimento del torneo britannico, visto che praticamente sono tutti a casa e aspettano con ansia le partite del pomeriggio.

L’esperimento andò molto bene: Prime Video con le sue trasmissioni live fece segnare il record di ascolti nel Regno Unito e da lì decise di lanciarsi nel calcio

I prossimi obiettivi in Italia

Per raccontare per tutto il prossimo triennio la Champions League in Italia, stagione 2023-2024 inclusa, Amazon ha messo in piedi una squadra assai corposa, fatta di giornalisti (fra cui il rientrante telecronista Sandro Piccinini) e numerosi talent (ex giocatori dal passato importante, come ad esempio Clarence Seedorf o il portiere Julio Cesar, ndr), anche perchè l’obiettivo è quello di ampliare il ventaglio degli eventi da offrire.

In questa direzione va infatti l’acquisizione del pacchetto B2 (equivalente a 36 partite) relativo ai Mondiali di calcio che si terranno in Qatar 2022. Su Amazon si potranno guardare quindi in esclusiva una parte dei match del torneo iridato, incluse le semifinali e le finali, anche se quest’ultime però saranno in co-esclusiva con la Rai.

La strada verso il futuro è quindi tracciata: ora bisognerà capire, verso il prossimo triennio di acquisizione dei diritti, come il colosso statunitense si muoverà. E se fosse la Serie A 2024-2027 l’obiettivo finale?

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button