fbpx
AttualitàCulturaNews

Il Pentagono cancella il contratto JEDI, litigato fra Microsoft e Amazon

Il Ministero della Difesa americano ha annullato il contratto per il cloud, in mezzo alla battaglia legale per l'assegnazione fra Microsoft e Amazon

Il Pentagono ha annunciato il ritiro del contratto JEDI per il cloud dell’esercito americano, che Amazon e Microsoft stavano litigando a suon di battaglie legali. Il Ministero della Difesa ha deciso di ripartire da capo, chiedendo nuove proposte da parte dei fornitori di servizi online.

JEDI: il Pentagono annulla il contratto con Microsoft per il Cloud dopo le cause di Amazon

JEDI è l’acronimo di Joint Enterprise Defense Infrastructure. Un progetto cloud titanico, per permettere una collaborazione migliore fra i vari rami dell’enorme esercito americano. Complesso per la grandezza della struttura e per gli standard elevatissimi di sicurezza necessari. Un contratto da ben 10 miliardi di dollari, che era stato vinto da Microsoft. Ma Amazon non aveva accettato la sconfitta, accusando l’azienda di Redmond di aver piegato le regole della gara. Era quindi ricorda in appello, bloccando l’accordo. Che martedì 6 luglio il Ministero della Difesa ha annullato definitivamente.

Nelle motivazioni del Pentagono nessun riferimento al procedimento in corso fra le due aziende della Silicon Valley. Infatti si legge “per via dell’evoluzione delle regolamentazioni, un’aumentata convergenza al cloud e i miglioramenti dell’industria, il contratto JEDI non corrisponde più alle nostre esigenze”.

dod contratti jedi pentagono microsoft amazon-min

Il Pentagono ha quindi deciso di lanciare un nuovo contratto aperto a più aziende. Il nuovo progetto si chiama Joint Warfighter Cloud Capability (JWCC). E l’Esercito americano ha specificato che chiederà una proposta ad Amazon e Microsoft, che sono le uniche aziende con l’infrastruttura tale da garantire il servizio voluto.

In sostanza questa decisione ha annullato l’appalto e ristabilito i termini del contratto. Il contratto JEDI era stato contestato da Amazon, dicendo che aveva perso la gara d’appalto per colpa dei bias dell’amministrazione Trump nei confronti dell’allora CEO di Amazon Jeff Bezos. (Trump ha più volte dichiarato “fake new” il Washington Post, proprietà del miliardario). In un report pubblicato ad aprile il Pentagono aveva spiegato che i rapporti con la Casa Bianca erano stati marginali.

Microsoft ha commentato dichiarano di capire la posizione del Ministero della Difesa. Ma ha anche scritto che “I 20 mesi passati da quando il Dipartimento della Difesa ha scelto Microsoft per i contratti JEDI sottolinea il problema: quando una compagnia può ritardare per anni la tecnologia necessaria alla difesa della nostra nazione, il meccanismo di appello necessita di riforme”.

I termini del nuovo contratto non sono ancora stabiliti. Vi terremo aggiornati.

OffertaBestseller No. 1
Microsoft Surface Pro 7 Laptop (Windows 10, touchscreen da...
  • Ovunque ti trovi, il surface pro 7 facilita le tue attività di gioco e lavoro
  • Dotato con processore intel core di ottava generazione e di una batteria che dura tutto il giorno
  • Hai la possibilità di scegliere tra 2 colori, platino o nero brillante
Source
CNBC

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button